Zaha, star della Premier League, abusata razzialmente sui social media

La stella del Crystal Palace e della Costa d’Avorio ha scritto su Twitter, “Ci siamo svegliati oggi”, quindi ha mostrato ciò che era stato inviato da un utente che sembrava essere un fan dell’avversario di Palace nella partita di domenica, Aston Villa.

“Faresti meglio a non segnare domani c ** t nero. O verrò a casa tua vestito da fantasma”, scrisse la persona.

C’era un’immagine di accompagnamento del Ku Klux Klan e una scatola di cereali chiamata “c ** n flakes”.

La polizia delle West Midlands ha dichiarato su Twitter che stava esaminando chi è il proprietario dell’account e ha incoraggiato l’ex ala del Manchester United a denunciare l’incidente alla sua polizia locale.

Crystal Palace ha definito l’abuso “una vergogna assoluta” su Twitter e ha affermato che “non dovrebbe accadere”.

L’Aston Villa ha poi ritwittato la dichiarazione del club di Londra, promettendo di emettere un divieto a vita per l’individuo che ha pubblicato l’abuso.

“Deploriamo i disgustosi messaggi razzisti inviati a @wilfriedzaha. Condanniamo tutte le forme di discriminazione razziale e sosteniamo @CPFC”, ha scritto il club con sede a Birmingham, nell’Inghilterra centrale.

“Stiamo lavorando con la polizia per indagare su questa questione estremamente grave e quando il colpevole viene identificato, AVFC emetterà un divieto a vita”.

Dichiarazione della Premier League

La Premier League, ampiamente considerata la lega di calcio più seguita al mondo, ha anche condannato le azioni dell’autore del reato.

“Questo comportamento è assolutamente inaccettabile e la Premier League si affianca a @wilfriedzaha nell’opporsi a questo e alla discriminazione in qualsiasi forma. C’è #NoRoomForRacism, ovunque”, ha twittato.

“Continueremo a sostenere giocatori, manager, allenatori e i loro familiari che subiscono gravi abusi online discriminatori. Attraverso il nostro sistema di segnalazione dedicato possiamo agire immediatamente su casi come questo”.

READ  L'estate di Maria Elena Boschi: il suo ragazzo, i suoi colpi ... E a settembre il Ministero della Pubblica Istruzione?

Alla fine del mese scorso, il campionato ha lanciato il sistema che “consentirebbe a giocatori, manager e allenatori di notificarlo” di un grave abuso discriminatorio “ricevuto tramite messaggi diretti su piattaforme di social media.

“Ogni caso sarà esaminato, segnalato alla società di social media pertinente, indagato e intrapreso azioni legali ove appropriato”, ha detto il campionato.

Parlando prima della partita di Villa, il manager del palazzo Roy Hodgson ha affermato che le azioni dell’individuo sono “codarde” e “spregevoli”. Ha elogiato Zaha per essere diventato pubblico.

“È molto triste il giorno di una partita in cui un giocatore si sveglia con questo vile e spregevole abuso”, ha detto Hodgson a Sky.

“Penso che sia giusto che Wilf ne abbia informato la gente. Non credo sia qualcosa su cui dovrebbe stare zitto.

“Penso che sia molto positivo che il nostro club, l’Aston Villa e la Premier League stiano facendo tutto il possibile per scoprire chi è questo spregevole individuo e si può solo sperare che si identifichino e che vengano chiamati in causa e lo faranno pagare per queste azioni.

“Non c’è letteralmente alcuna scusa. Non c’è alcuna scusa.”

Istanze passate

Zaha è stato maltrattato razzialmente l’anno scorso e ha dichiarato di aver ricevuto minacce di morte dopo aver vinto una penalità per Palace contro l’Arsenal nell’ottobre 2018.

Il capo di Kick It Out, che secondo il suo handle di Twitter ha “fatto campagna per l’uguaglianza dal 1993”, detto alla CNN a febbraio che credeva che il razzismo nello sport fosse “peggio ora di quanto non fosse cinque anni fa”.

“Il calcio è molto diverso da come era negli anni ’70, il razzismo non è la cosa endemica che era negli anni ’70”, ha detto Sanjay Bhandari. “Per un periodo di 40, 50 anni? Abbiamo sicuramente [made progress]. Ma è peggio di cinque anni fa ed è peggiore di sette anni fa. “

READ  L'estate di Maria Elena Boschi: il suo ragazzo, i suoi colpi ... E a settembre il Ministero della Pubblica Istruzione?

Kick It Out ha dichiarato domenica su Twitter: “Siamo estremamente delusi dal fatto che Wilf Zaha sia stato ancora una volta oggetto di abusi razziali mirati”.

“Coloro che continuano a selezionare gli sportivi professionisti in questo modo, devono essere assicurati alla giustizia e affrontare le conseguenze più forti”.

More from Quirino Trevisani

Cosa fa Miguel Andujar di Yankees per migliorare la sua difesa

Quando Miguel Andujar ha commesso 15 errori nel 2018, gli estranei hanno...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *