EU preparing to reopen its borders -- but probably not to Americans

Un grafico spiega perché gli americani stanno affrontando un divieto di viaggio nell’UE

L’UE ha pubblicato un elenco di raccomandazioni per le quali le nazionalità dovrebbero poter entrare ai suoi confini – e gli Stati Uniti non sono inclusi.

E mentre il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha sottolineato il “importanza“di ricollegare gli Stati Uniti e l’UE durante la pandemia di coronavirus, un grafico mostra esattamente perché i paesi europei stanno escludendo gli americani.

Le due curve mostrano chiaramente che l’UE e gli USA si stanno muovendo in direzioni opposte per affrontare l’epidemia di Covid-19. I nuovi casi giornalieri confermati nell’UE hanno raggiunto il picco intorno alla metà di marzo e stanno registrando una chiara tendenza al ribasso, con casi inferiori a 10.000 per più di un mese. Negli Stati Uniti, nuovi casi si trovano su una ripida traiettoria verso l’alto.

Molti paesi europei hanno subito un severo blocco e lo sono state le nazioni dell’UE riapertura gradualmente e con cautela mentre i loro casi diminuiscono.
Esperti di salute hanno ripetutamente messo in guardia sul fatto che alcuni stati degli Stati Uniti riapriranno troppo presto, mentre alcuni funzionari dell’amministrazione hanno dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e i suoi aiutanti sono stati “per smentire“sulla gravità della pandemia.
Più di una dozzina di stati hanno ora in pausa o hanno ritirato i loro piani di riapertura mentre gli Stati Uniti vedono un’impennata nei casi di coronavirus.
Gli Stati Uniti hanno registrato più casi e morti che in qualsiasi parte del mondo, in quasi 2,6 milioni di casi e oltre 126.000 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University. Anche Brasile, Russia e India – le tre nazioni con il maggior numero di casi dopo gli Stati Uniti – sono stati esclusi dall’elenco UE di paesi sicuri.

La decisione si basa sul fatto che un paese abbia una situazione epidemiologica simile o migliore dell’Europa, nonché su misure comparabili di igiene e contenimento.

READ  Il difensore Biswajit, donna ISL nel 2014, afferma che la sua bancarella del cibo è la sua ultima speranza

L’UE ha raccomandato agli Stati membri di offrire l’ingresso in Cina, dove ha avuto origine il virus, a condizione di accordi reciproci. Gli altri 14 paesi sono: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia, Uruguay.

I dati per gli Stati Uniti mostrano che almeno nuovi casi 36 stati sono in aumento rispetto alla settimana precedente. I leader statali e locali hanno affermato che l’aumento dei casi è in parte guidato da incontri nelle case e in luoghi di incontro come bar.
In Texas e in alcune parti della California, i bar sono stati costretti a chiudere nuovamente, mentre le spiagge di Miami, Fort Lauderdale e Palm Beach sono state ordinate al pubblico durante il prossimo fine settimana di vacanza. In Florida, il consumo locale di alcol è stato sospeso nei bar in tutto lo stato e nel Arizona, molte aziende chiudono da almeno 30 giorni.

Il Governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato lunedì che lo Stato deciderà entro la fine di questa settimana se rallentare la riapertura della ristorazione al coperto a New York City poiché “è stato dimostrato che potrebbe rappresentare un rischio in altri stati”.

Mentre l’Europa sembra attraversare il peggio – almeno per ora – ci sono stati alcuni picchi localizzati in casi. Nel Germania, le autorità sono state costrette a mettere in quarantena 360.000 persone questa settimana dopo uno scoppio in un impianto di carne nello stato del Nord Reno-Westfalia.
Scuole e negozi nella città di Leicester nel Regno Unito – un paese in transizione fuori dall’UE – si chiuderanno di nuovo quando vengono reimpostate alcune restrizioni al coronavirus perché il suo tasso di infezione è tre volte superiore alla successiva area locale più alta.

Nonostante queste rinascite, l’UE è in grado di consentire gradualmente la riapertura delle sue frontiere ad altri paesi.

READ  Il difensore Biswajit, donna ISL nel 2014, afferma che la sua bancarella del cibo è la sua ultima speranza

Ma per ora, gli Stati Uniti semplicemente non soddisfa i criteri.

Christina Maxouris della CNN ha contribuito alla segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *