Statuetta irachena in pericolo di caduta, Franceschini la afferra con la mosca: salvata due volte

Una volta recuperato da moschettone Durante un’indagine, la preziosa statuetta irachena raffigurante la “Dea Madre” era in pericolo di essere distrutta durante la cerimonia di restauro. Il ministro della cultura è intervenuto per salvare il reperto archeologico, Dario Franceschini, che con i suoi rapidi riflessi ha impedito all’oggetto di cadere a terra. Lo stai effettivamente salvando una seconda volta.

LEGGI ANCHE Coronavirus, bonus di € 600 per lo staff dello spettacolo, ma polemiche: “Non abbastanza”

La statuetta in terracotta era stata recuperata dai carabinieri principali per proteggere il patrimonio culturale di Udine e doveva essere restituita all’ambasciatore iracheno in Italia, Safia Taleb Al-Souhail. È una scoperta archeologica decisiva risalente a 7000 anni fa, appartenente alla civiltà mesopotamica “Khalaf” nell’attuale Iraq. Durante la foto rituale, la statuetta era in pericolo di caduta, mentre l’ambasciatore l’ha allestita per mostrarla ai giornalisti.

READ  Amazon è alla ricerca di personale: nuova apertura 2021 in Italia
Written By
More from Amando Greco

Leonardo: con Covid mantenere le entrate basse, nuova guida: Ultima Ora

(ANSA) – ROMA, 30 LUGLIO – Leonardo chiude i conti del primo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *