Secondo quanto riferito, Kanye West si inchina alla corsa presidenziale del 2020

Deve essere stata la sua “Registrazione tardiva”.

La superstar del rap Kanye West ha già rinunciato alla sua candidatura per la presidenza in ritardo, secondo un rapporto.

L’icona del rap miliardario, che ha annunciato il suo ingresso nell’arena presidenziale in un tweet del 4 luglio, ha detto allo stratega elettorale Steve Kramer che era fuori gara, New York Magazine ha riferito Martedì.

Kramer è stato uno dei membri dello staff della campagna assunto da West per aiutare a ottenere il suo nome durante la votazione in Florida, nella Carolina del Sud e in altri stati, secondo la rivista.

La scorsa settimana, secondo Kramer, il team di West “stava lavorando lì durante il fine settimana, formalizzando la FEC e altre cose che devono fare quando sono coinvolti molti avvocati aziendali”.

Lo stratega elettorale della campagna occidentale aveva il compito di ottenere firme per aiutare i promettenti presidenziali a ottenere il voto in quegli Stati, per i quali Kramer ha affermato che c’era un entusiasmo significativo.

“Abbiamo avuto un enorme sostegno per farlo votare”, ha detto.

Chiesto dalla rivista mercoledì della scorsa settimana, tuttavia, riguardo all’offerta presidenziale di West, gli pubblicisti del rapper hanno smesso di rispondere alle chiamate.

Alla fine, Kramer disse alla rivista: “È fuori”.

Alla domanda sul perché West stesse abbandonando la sua offerta presidenziale, Kramer ha detto: “Ti farò sapere cosa so una volta che avrò cancellato tutta la nostra roba. Oggi abbiamo avuto oltre 180 persone là fuori. “

Giovedì, Kramer ha mantenuto il suo supporto per West, dicendo alla rivista: “Non ho niente di buono o cattivo da dire su Kanye. Ognuno ha la propria decisione personale sul perché prendere decisioni. La candidatura per il presidente deve essere una delle cose più difficili da considerare per qualcuno a quel livello ”.

READ  Esplosione a Beirut: casi di disastro

West non ha personalmente confermato di aver sospeso i suoi sforzi presidenziali.

Parlando con la rivista Forbes in un’intervista pubblicata lo scorso mercoledì, il musicista ha detto che “si stava togliendo il cappello rosso, con questa intervista” e aveva iniziato la sua festa per il 2020, “la festa di compleanno”.

Se il presidente Trump non fosse già il candidato del GOP, West ha detto alla rivista, correrebbe come repubblicano, aggiungendo: “Correrò come indipendente se Trump è lì”.

Alla domanda sul perché il suo partito politico sarà chiamato la festa di compleanno, ha spiegato: “Perché quando vinciamo, è il compleanno di tutti”.

More from Virgilio Arcuri

Il trailer di Dil Bechara vede Sushant Singh Rajput alla ricerca del suo finale da favola

Sushant Singh Rajput, Sanjana Sanghi in Dil BecharaInstagram “Sono un combattente”. Ecco...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *