Quello che temeva sarebbe accaduto a Hong Kong

Nelle ultime settimane, il governo cinese ha rafforzato la sua presa su Hong Kong, una regione autonoma della Cina con una storia recente molto significativa di proteste antigovernative.

Il governo cinese, guidato dal potente presidente Xi Jinping, ha implementato la nuova lettera e contestata legge sulla sicurezza nazionale, approvato a fine giugno dalla Cina senza dibattito pubblico, con l’obiettivo ufficiale di arrestare chiunque sia accusato di svolgere “attività terroristiche” e atti di “incitamento, rovesciamento e secessione”. In una serie di mosse – incluso l’arresto di dissidenti, l’approvazione di mandati di arresto contro attivisti in esilio, e rinvio delle prossime elezioni legislative locali – Il governo cinese ha dimostrato di voler fare ciò che molti temono sarà l’obiettivo principale della legge: abolire l’opposizione e farlo duro.

In seguito all’approvazione della legge, l’ufficio di protezione della sicurezza nazionale, istituito per far rispettare le nuove regole, era di stanza presso il Metropark Hotel, meglio conosciuto a Hong Kong, che si proteggeva all’esterno con blocchi stradali “, una manifestazione naturale del crescente autoritario nella città “, Ha scritto Il New York Times. L’organizzazione era guidata da Zheng Yanxiong, un funzionario del Partito Comunista della vicina provincia del Guangdong, ed era noto per la sua opposizione a un breve esperienza di governo democratico è stato costruito a Wukan, nella città del Guangdong, nove anni fa. Poco dopo, il servizio iniziò a distruggere i dissidenti.

– Leggi anche: È la fine di Hong Kong?

Il 10 luglio, ad esempio, la polizia di Hong Kong ha lanciato un’operazione contro un istituto elettorale indipendente i cui computer sono stati utilizzati da attivisti filo-democratici per tenere primarie non ufficiali e determinare chi avrebbe corso alle prossime elezioni legislative (quindi rimandarlo). Cinque giorni dopo, le forze di sicurezza hanno arrestato cinque attivisti, tra cui il vicepresidente del Partito democratico di Hong Kong, che sono stati accusati di prendere parte a manifestazioni e scontri lo scorso novembre. Altri quattro attivisti, di età compresa tra 16 e 21 anni, sono stati arrestati perché erano tutti ex membri di Studentlocalism, un gruppo democratico guidato da studenti delle scuole superiori che aveva chiuso poco prima che fosse approvata la nuova legge sulla sicurezza.

READ  "Caccia" al re Juan Carlos: ti stai rivolgendo a Santo Domingo o in Portogallo? La donna rimane in Spagna

Oltre agli arresti, le autorità hanno adottato altre misure repressive.

Proprio la scorsa settimana, un professore di giurisprudenza dell’Università di Hong Kong è stato licenziato per essersi dimostrato un personaggio chiave del movimento democratico locale. hanno impedito a decine di candidati di candidarsi alle prossime elezioni parlamentari, che sono state successivamente rinviate ufficialmente comunque a causa dei timori per il coronavirus (gli attivisti ritengono invece che il governo temesse che il voto sarebbe stato vinto da gruppi democratici); anche la polizia di Hong Kong ha emesso un mandato di arresto per sei attivisti in esilio, compresi quelli che sono cittadini stranieri da molti anni.

– Leggi anche: TikTok non sarà più disponibile a Hong Kong

L’applicazione della legge sulla sicurezza approvata dalla Cina è stata più dura di quanto si aspettassero alcuni attivisti di Hong Kong, e non solo il numero di persone arrestate. Victoria Tin-bor Hiu, politologo di Hong Kong presso l’Università di Notre Dame, ha dichiarato: “La gravità della legge non può essere misurata solo dal numero di arresti, ma anche esaminando gli effetti dissuasivi del silenzio. “Coloro che hanno il coraggio di esprimere il dissenso”. La paura dei gruppi di opposizione, inoltre, è che la situazione potrebbe peggiorare: rimandare le elezioni per un anno in realtà darà al governo il tempo di estromettere altri politici democratici dalle liste elettorali.

More from Amato Trentini

Coronavirus, quante varietà circolano in Italia?

Il virus che esiste nel nostro paese è il famoso B1, arrivato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *