le assemblee sono prese di mira. “Assoluta correttezza e regolarità del lavoro”

Ieri le Fiamme Gialle sono venute a Cattolica Assicurazioni per ottenere nuovi documenti, a seguito delle acquisizioni raccolte dopo il conflitto tra l’ex Alberto Minali e il consiglio di amministrazione presieduto da Paolo Bedoni.

Ieri, dopo l’assemblea ordinaria degli azionisti di Cattolica Assicurazioni, per conto della Procura di Verona e in relazione alle ispezioni della Consob, la Guardia di Finanza ha svolto un’indagine e l’acquisizione di documenti presso la sede di Verona. Anche alcuni rappresentanti dell’azienda sono stati informatigarantisce informazioni sul caso di influenza illecita in assemblea. La società lo annuncia in una nota, aggiungendo che l’oggetto dell’indagine sono alcune riunioni dell’assemblea stessa, in particolare quelle del 13 aprile 2019, 27 giugno 2020 e 31 luglio 2020.

Nella nota, Cattolica ribadisce “l’assoluta correttezza e regolarità del lavoro dell’assemblea “chiarendo che le due riunioni tenute nel 2020 in cui sono state condotte le indagini” sono state condotte con l’intervento di un candidato indipendente, Computershare Spa, e quindi attraverso meccanismi di raccolta e voto solo elettronicamente e senza quindi la loro incapacità di intervenire o influenzare il voto espresso dagli azionisti “. La società quindi annuncia di aver dato” piena e immediata collaborazione all’autorità inquirente “e conferma” la fiducia assoluta in un chiarimento immediato concludendo che “le risoluzioni approvate nell’assemblea degli azionisti del 31 luglio 2020 sono valide sotto tutti gli aspetti” e che “l’importante affare con Generali continuerà come previsto”.


© RIPRODUZIONE DI STOCK

READ  Dal "premio" per i pagamenti elettronici allo sgravio dei contributi per chi richiama dipendenti da Cig. Conte: "Ecco tutte le misure del dl agosto"
Written By
More from Amando Greco

Argento, verde e tecnologia ora funzionano più velocemente dell’oro

Quest’anno – con il Corano che aveva prosciugato qualsiasi fonte di domanda...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *