La ricerca del laboratorio di microbiologia microbiologica su un’infezione neonatale è stata riconosciuta in una rivista accademica internazionale

L’importanza del contributo del Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Mondovì alla rete di monitoraggio è stata recentemente riconosciuta nel “Giornale delle malattie infettive pediatriche” dal Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma. paese di infezione neonatale invasiva, causata dal batterio Streptococcus agalactiae.

“Infezioni invasive – spiega il biologo Olive Vinai, che hanno partecipato alla rete – quale meningite e sepsi, sebbene raramente la principale causa di mortalità neonatale; la trasmissione batterica avviene alla nascita da madri portatrici asintomatiche. Per questo motivo, la diagnosi rapida da parte del medico e del laboratorio di microbiologia è importante

Il pediatra neonatale si applica ai neonati nati da madri con tamponi rettali positivi per Streptococcus agalactiae, che hanno subito una profilassi antibiotica durante il travaglio o che non sono riusciti a farlo a causa di rapidi tempi di consegna, 48 ore di vita secondo uno schema esatto. Ciò consente di prevenire i primi segni di possibile sepsi e di avviare immediatamente i test diagnostici. D’altra parte, i neonati prematuri o a rischio hanno un approccio diverso (diagnostico e / o terapeutico).

La possibilità e la disponibilità del laboratorio di microbiologia di condurre studi di coltura rapida (risposta preliminare dopo 48 ore per emocoltura) aiuta significativamente il pediatra neonatologo nell’ambiente terapeutico.
Questo lavoro pubblicato (Original Studies) è molto importante perché è l’unica prova delle strategie e delle caratteristiche di prevenzione delle malattie neonatali a livello nazionale.

L’analisi molecolare dei ceppi di casi clinici è utile per implementare la profilassi, la prevenzione e lo studio di un vaccino per ridurre l’incidenza di malattie gravi e mortalità neonatale.

More from Virgilio Arcuri

Fuga di metano scoperta nel Mar Antartico, gli scienziati si preoccupano – Scientific News

I ricercatori hanno scoperto una perdita di metano nel Mare di Ross,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *