La Corea del Nord registra il marchio di fabbrica sciistica nella spinta turistica

La Corea del Nord registra il marchio di fabbrica sciistica nella spinta turistica

La polvere è killer.

La Corea del Nord ha registrato un marchio presso le Nazioni Unite per un hotel situato all’interno di una stazione sciistica da $ 35 milioni – un progetto per animali domestici di Kim Jong Un che ora fa parte di una spinta per attirare i turisti nel regno eremita.

Il paese ha elencato un marchio decennale per il “Masikryong Hotel” nella città costiera di Wonsan con l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale, l’organismo delle Nazioni Unite sui diritti di proprietà intellettuale, mostrano i registri online.

È stato in grado di registrare il marchio il 2 aprile perché il turismo è uno dei pochi settori esclusi dalle sanzioni a guida ONU imposte sul suo programma di armi nucleari, il Korea Herald ha osservato.

Nonostante la sua reputazione internazionale al contrario, la nazione notoriamente chiusa si affida ai turisti per la sua principale fonte di valuta estera, secondo il giornale.

Ciò ha subito un duro colpo dopo che la pandemia di coronavirus ha costretto il Nord a chiudere i confini con la Cina, il principale alleato del Nord e la principale fonte di turisti, ha affermato Herald.

I funzionari ora sperano di spingere l’attrazione della stazione sciistica di Masikryong, che è stata costruita come un progetto per animali domestici per il dittatore di 36 anni del regno che, secondo quanto riferito, è un appassionato sciatore.

Ha 10 piste di varie difficoltà, nonché un sistema di funivie di fabbricazione austriaca, motoslitte e una pista di pattinaggio sul ghiaccio, ha affermato Herald.

L’hotel, nel frattempo, ha 120 camere d’albergo, una piscina, bar, caffè – e persino negozi occidentali, dice il giornale.

READ  Il difensore Biswajit, donna ISL nel 2014, afferma che la sua bancarella del cibo è la sua ultima speranza

Tuttavia, gli americani dovranno ancora aspettare per controllare la polvere e qualsiasi azione fuoripista con i Kims.

“Non viaggiare in Corea del Nord a causa del grave rischio di arresto e detenzione a lungo termine di cittadini statunitensi”, afferma Il Dipartimento di Stato avverte, dando il suo più forte avvertimento contro il viaggio lì.

Chiunque voglia ancora provare ha bisogno di una “convalida speciale” che viene concessa “in circostanze molto limitate”, avverte il dipartimento, sottolineando che non sarà possibile ottenere aiuto dai funzionari statunitensi una volta lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *