La Cina afferma che la polmonite potrebbe essere più letale di quanto COVID-19 colpisca il Kazakistan

Funzionari cinesi affermano che il Kazakistan sta vivendo un focolaio di “polmonite sconosciuta” potenzialmente più mortale del COVID-19 – sebbene le autorità del paese dell’Asia centrale abbiano in seguito negato che l’epidemia fosse nuova o sconosciuta, secondo un rapporto.

Giovedì l’ambasciata cinese in Kazakistan ha informato i cittadini che la malattia aveva ucciso oltre 1.700 persone, CNN segnalato.

“Il dipartimento sanitario kazako e altre agenzie stanno conducendo ricerche comparative e non hanno definito la natura del virus della polmonite”, ha dichiarato l’ambasciata in una nota.

Ha detto che nuovi casi di disturbo misterioso sono aumentati considerevolmente in tutto il Kazakistan da metà giugno, aggiungendo che in alcuni luoghi, i funzionari segnalano centinaia di nuovi casi ogni giorno, secondo la rete.

Ma il ministero della salute del Kazakistan venerdì ha negato che l’epidemia fosse nuova o sconosciuta, riconoscendo solo la presenza di “polmoniti virali di eziologia non specificata”.

“In risposta a questi rapporti, il Ministero della Salute della Repubblica del Kazakistan dichiara ufficialmente che queste informazioni non corrispondono alla realtà”, afferma la dichiarazione, secondo quanto riferito dalla CNN.

Il ministero ha aggiunto che la classificazione “non specificata” ha seguito le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità “per la registrazione della polmonite quando l’infezione da coronavirus viene diagnosticata clinicamente o epidemiologicamente ma non è confermata da test di laboratorio”.

L’ambasciata cinese ha affermato che i casi si sono concentrati nelle regioni di Atyrau, Aktobe e Shymkent, dove quasi 500 persone sono state ammalate, con oltre 30 malati critici, secondo il rapporto.

La malattia ha causato 1.772 vittime quest’anno, alcuni dei quali erano cinesi, secondo l’ambasciata. Un totale di 628 morti sono avvenute a giugno.

READ  L'estate di Maria Elena Boschi: il suo ragazzo, i suoi colpi ... E a settembre il Ministero della Pubblica Istruzione?

“Questa malattia è molto più letale di COVID-19”, afferma la dichiarazione.

L’ambasciata ha avvertito i residenti cinesi che vivono nella regione di limitare quanto si avventurano all’esterno ed evitare aree pubbliche affollate. Li ha anche esortati a indossare maschere, disinfettare gli spazi e lavarsi le mani frequentemente.

Quando è stato chiesto venerdì dell’epidemia, un portavoce del Ministero degli Affari Esteri cinese ha detto ai giornalisti che Pechino sta cercando maggiori informazioni.

“La Cina spera di collaborare con il Kazakistan per combattere l’epidemia e salvaguardare la sicurezza della salute pubblica dei due paesi”, ha affermato.

Il ministero della sanità del Kazakistan ha dichiarato in una nota che il ministro Aleksey Tsoy ha affrontato una serie di casi di polmonite in tutto il paese durante un briefing giovedì.

I casi includevano vari tipi di polmonite batterica, fungina e virale, inclusi alcuni di “eziologia non specificata”.

Tsoy ha dichiarato che tutti i casi registrati di polmonite in Kazakistan sono aumentati di oltre il 300 percento a giugno rispetto allo stesso mese del 2019, passando da 7.964 dell’anno scorso a 32.724 nel 2020.

I decessi correlati sono aumentati del 129 percento, passando da 274 a giugno 2019 a 628 nello stesso mese del 2020.
Nel frattempo, il Kazakistan continua a combattere un aumento dei casi di coronavirus – con 53.021 infezioni e 264 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.

More from Quirino Trevisani

Saroj Khan soffre di problemi respiratori, ricoverato in ospedale; risulta negativo per COVID-19

Le 5 migliori controversie su Bollywood del 2019 Saroj Khan, una popolare...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *