Il governo sospende il rilascio dei dati di output di fabbrica per il periodo di blocco: 10 fatti

Il governo ha sospeso il rilascio di un titolo principale per la produzione industriale o per la produzione industriale a maggio, a causa dell’inadeguata raccolta di dati a causa del blocco indotto dalla pandemia da coronavirus. Ciò ha segnato un secondo mese consecutivo in cui il governo non ha rilasciato una cifra principale per la produzione industriale, un indicatore chiave dell’attività industriale nell’economia determinata dall’indice di produzione industriale. La maggior parte delle imprese industriali non è operativa da marzo in poi, secondo una dichiarazione del Ministero delle statistiche.

Ecco 10 cose da sapere:

  1. Tuttavia, i dati limitati diffusi dall’Ufficio statistico nazionale (NSO) hanno mostrato che l’attività industriale è stata ripresa a maggio rispetto al mese precedente.

  2. L’indice è salito a 88,4 a maggio dai 53,6 di aprile, 88,4 rispetto ai 53,6 di aprile, “indicando una graduale ripresa dell’attività industriale nell’economia”, ha detto il ministero delle statistiche.

  3. “Potrebbe non essere appropriato confrontare l’IIP per maggio 2020 con quelle dei mesi precedenti la pandemia di COVID 2019”, afferma la dichiarazione ufficiale. I dati per giugno verranno rilasciati l’11 agosto.

  4. I calcoli basati sui dati disponibili hanno mostrato che la produzione industriale è diminuita del 34,71% a maggio secondo l’agenzia di stampa Reuters.

  5. Anche quella lettura non è stata all’altezza delle stime. Gli analisti in un sondaggio di Reuters avevano previsto un calo del 37,8 per cento della produzione di fabbrica a maggio.

  6. L’ufficio statistico ha affermato che il numero di unità rispondenti è migliorato nel maggio 2020 rispetto ai mesi precedenti di blocco.

  7. Il mese scorso, il governo ha sospeso il rilascio delle letture della produzione industriale per aprile e anche i dati sull’inflazione dei consumatori negli ultimi due mesi.

  8. Sebbene il governo abbia alleggerito molte restrizioni imposte per un periodo di oltre due mesi a partire dal 25 marzo, alcuni sostengono che passerà un po ‘di tempo prima che l’attività industriale ritorni ai livelli pre-COVID-19.

  9. “Nonostante alcuni rilievi, il blocco continua ancora, quindi questi dati non possono essere confrontati con i mesi precedenti. Da quando è iniziato il blocco a livello nazionale, c’è stato un impatto negativo sulle attività manifatturiere, minerarie e infrastrutturali”, ha affermato Rahul Gupta, capo della ricerca-valuta presso Emkay Global Financial Services.

  10. Nel frattempo, il Fondo monetario internazionale ha previsto che il PIL dell’India si ridurrà del 4,5 per cento nel 2020 a causa di una contrazione prevista del 4,9 per cento nella produzione globale, un calo più marcato della contrazione del 3 per cento prevista ad aprile.

READ  Esplosione a Beirut: casi di disastro
More from Virgilio Arcuri

Air India invia alcuni dipendenti in congedo obbligatorio senza retribuzione fino a 5 anni

La mossa arriva in un momento in cui il governo sta tentando...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *