Il direttore del CDC offre una visione desolante della salute pubblica per l’autunno e l’inverno

Lo stato brasiliano del Mato Grosso ha esaurito i letti delle unità di terapia intensiva disponibili lunedì, ha dichiarato il pubblico ministero.

Secondo il segretario sanitario dello stato, lunedì c’erano solo cinque posti letto disponibili in terapia intensiva, ma più tardi quel giorno, Alexandre Guedes, un pubblico ministero presso la Procura della Repubblica, ha dichiarato alla CNN che la domanda per i 332 posti letto totali in terapia intensiva nello stato aveva superato l’offerta .

“Quando il [State Health Secretary] fatto il rapporto ufficiale, quei cinque letti erano disponibili. Ma sono rimasti così solo per poco tempo. Abbiamo un elenco di persone che stanno ancora aspettando la disponibilità di un letto per terapia intensiva. Alcuni di loro moriranno in attesa di cure intensive “, ha detto Guedes.

Secondo un giudice della Corte Sanitaria Specializzata del Mato Grosso, José Luiz Leite Lindote, ci sono state 37 cause legali presentate da pazienti Covid-19 presso la Corte di Giustizia dello Stato del Mato Grosso per rendere disponibili più posti letto in terapia intensiva.

Alcuni retroscena: Da quando la pandemia è iniziata in Brasile a metà marzo, il governatore del Mato Grosso Mauro Mendes ha rifiutato di costruire ospedali da campo, dicendo che i soldi vengono spesi meglio sostenendo le strutture sanitarie esistenti e aggiungendo posti di terapia intensiva lì. In una dichiarazione rilasciata alla CNN lunedì, l’ufficio stampa del governo statale ha affermato che “ciò andrà a beneficio della popolazione del Mato Grosso, non solo durante la pandemia”.

Oltre a Sinop, una fiorente città agroalimentare nel nord dello stato, non ci sono ospedali da campo al di fuori della capitale statale Cuiabá. Ciò significa che i pazienti provenienti dalla campagna devono recarsi nella capitale per un adeguato trattamento sanitario.

READ  "Corsi di rinforzo". 3 milioni sono stati stanziati per il 2020

“E non c’è ancora alcuna prospettiva di aprire un ospedale da campo a Cuiabá”, ha detto Guedes lunedì.

A partire da lunedì, il Brasile ha almeno 1.884.967 casi di virus e 72.833 morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *