gli scienziati capiscono cosa c’è dentro – Scientific News.it

Rappresentazione artistica della supernova SN1987A con una stella di neutroni al centro (credito: NRAO / AUI / NSF, B. Saxton)

Il mistero della supernova del 1987 potrebbe essere risolto. Sono passati 33 anni da quando è stato scoperto che gli astronomi stavano cercando di capire cosa c’è nelle nuvole dense di questa supernova, una scoperta che tra l’altro si sarebbe rivelata utile a tutte le teorie sulla vita delle stelle di fine vita. con una grande esplosione che si trasforma in stelle di neutroni.
Ed è solo una stella di neutroni che è stata avvistata in profondità dai ricercatori, all’interno del relitto della stessa esplosione che si è diffusa per 33 anni.

Il dubbio era che la stella potesse collassare formando un buco nero anziché una stella di neutroni, e per decenni la stessa comunità scientifica non fu in grado, neppure per limitazioni tecniche, di risolvere il mistero.
Un team di ricercatori dell’Università di Cardiff, guidato da Mikako Matsuura, ha utilizzato le osservazioni del radiotelescopio ALMA per dimostrare l’esistenza di una stella di neutroni in nuvole dense.
Il radiotelescopio ALMA è stato, infatti, in grado di produrre immagini ad altissima risoluzione di questa supernova che ha confermato l’esistenza di un nucleo interno polveroso più luminoso delle aree circostanti, una descrizione che corrisponde a una stella di neutroni.

“Siamo rimasti molto sorpresi di vedere questo hotspot formato da una fitta nuvola di polvere nel resto della supernova”, afferma lo stesso Matsuura. Secondo lo scienziato, l’unica spiegazione è che ci deve essere qualcosa dentro che riscalda la polvere che la fa brillare. E solo una stella di neutroni potrebbe farlo, al contrario di un buco nero che non emette luce.

READ  Impulsi laser ultra-corti per lo studio della materia: fisica e matematica

Inizialmente gli stessi scienziati avevano dei dubbi, poiché il livello di luminosità emesso sembrava troppo alto per una stella di neutroni, ma grazie ad un’analisi di Dany Page, un astrofisico dell’Università Nazionale Autonoma del Messico, arrivarono alla conclusione che la stella di neutroni poteva davvero caratterizzato da questo livello di luminosità se è troppo giovane. E in effetti questa stella di neutroni è molto giovane, nata il 23 febbraio 1987, il giorno in cui è stata rilevata l’esplosione.

Informazione

Articoli rilevanti

More from Virgilio Arcuri

Murale BLM alla Trump Tower deturpato dal vandalo con vernice rossa

Il gigantesco murale del sindaco Bill de Blasio Black Lives Matter fuori...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *