Bartomeu: “Arthur? Sarà il proprietario della Juve. Non ha rispettato il Barça”

Torino – La soap opera associata al rapporto tra continua Artù e Barcellona. Per prendere la parola, questa volta lo è Josep Maria Bartomeu, il presidente della società Blaugrana. In un’intervista esclusiva con lo Sport, il numero uno del club catalano ha dichiarato: Avremmo dovuto rinnovare il suo contratto ma aveva un’offerta eccellente da YUV e ci è sempre piaciuto Pjanic. Quindi abbiamo raggiunto un accordo, ma la decisione di lasciare il Barça è stata presa da Arthur. La Juve era una maglia di partenza garantita e soprattutto una tripla di stipendio. La tassazione italiana è più vantaggiosa in questo senso ed è più facile per le squadre avere giocatori più economici. ”

Arthur-Barcelona, ​​i motivi della controversia

Bartomeu continua: “Abbiamo raggiunto un accordo che fino alla fine Champions League avrebbe continuato a giocare per il Barça, sia in campionato che in Champions League. Ma dopo la mini vacanza non è apparso. È un inaccettabile atto di disordine. Ed è per questo che abbiamo aperto una causa contro di lui, perché non ci sono argomenti per giustificare la sua assenza. Decise semplicemente che il suo tempo al Barça era già finito. Ma avrebbe dovuto giocare con noi fino alla fine, come fanno i campioni Pjanic. È stato un patto tra i due club. “

Furious Bartomeu: “Questo è rispetto”

Bartomeu spiega che avviare un’indagine disciplinare significa “analizzare cosa è successo e provare a scoprire le cause. Devi chiedere al giocatore di vedere quali motivi fornisce. Se le sue ragioni non sono giustificate, ci sarà sicuramente una multa. A parte questo, un dipendente, se non lavora, non viene pagato. E non ha rispettato i suoi compagni di squadra perché la squadra vuole fare bene in Champions League. E anche nel club. Non ha senso che giocando per un titolo così importante, un calciatore decida di cancellarsi. È ingiustificato e completamente incomprensibile“In tutto questo, Arthur non è mai tornato dal Brasile, rimanendo dall’altra parte dell’oceano per allenarsi. Nel frattempo, tuttavia, Bartomeu non nega la bontà degli affari con la Juve:”Era un buon affare finanziario. E penso anche che sia sportivo: Arthur era un buon giocatore, anche se non è indiscutibile. Un buon numero “dodici”, per non dire altro. Ma abbiamo preferito avere Pjanic, che è un giocatore che guardiamo da molto tempo. È stata una decisione sportiva che è stata successivamente trasformata in un accordo finanziario. Qui stiamo parlando di un giocatore che non può rinnovare per il Barça per l’importo che vuole, ha un’offerta migliore e lo dice. Il Barça non può eguagliare questa offerta ed è per questo che decidiamo di iniziare l’operazione “.

READ  "Corsi di rinforzo". 3 milioni sono stati stanziati per il 2020
More from Quirino Trevisani

Dolci di sandesh che promuovono l’immunità al mercato del Bengala Occidentale: Ufficiali

Il sandesh dovrebbe colpire gli scaffali tra altri due mesi. (Rappresentativo) Kolkata:...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *