Crime against women bengaluru lockdown

Bangalore: un uomo su uno scooter ha lanciato un lampo sulla donna dopo aver chiesto l’indirizzo, denuncia presentata

Sabato, un uomo in sella a una due ruote a Bengaluru ha lanciato un giornalista con la scusa di averle chiesto un indirizzo. L’incidente è avvenuto a Banaswadi, la donna ha anche affermato che ha iniziato a masturbarsi di fronte a lei.

La donna presenta denuncia contro l’uomo

Una donna di 31 anni a Bangalore ha avuto un’esperienza scioccante sabato, dopo che un uomo su uno scooter le ha sparato contro e ha presumibilmente iniziato a masturbarsi dopo aver chiesto un indirizzo. La giornalista stava tornando a casa a Banaswadi dal supermercato quando l’uomo le si avvicinò.

L’help-line delle donne della polizia di Bengaluru ha segnalato un forte calo delle chiamate relative ai crimini contro le donne.Immagine rappresentativa

L’incidente è avvenuto alle 10 del mattino, ha detto la donna alla polizia, ha detto che stava camminando lungo il 4 ° Main, OMBR Layout, quando l’uomo in bicicletta si è fermato accanto a lei. L’uomo indossava un casco e una maschera.

Raccontando i dettagli disse: “Mi ha chiesto un indirizzo e lo stavo dirigendo. Ho notato che una delle sue mani era abbassata ma non mi ero reso conto che si era decompresso i pantaloni. Stavo guardando la sua faccia mentre parlava mentre parlava mi balenò in faccia e cominciò a masturbarmi di fronte a me. Gli urlai e fuggì sul suo veicolo a due ruote “, come riportato da Bangalore Mirror.

la polizia di Bengaluru sequestra i veicoli

Rappresentativo

La donna ha presentato una denuncia alla polizia di Ramamurthy Nagar. Inoltre, non c’erano persone sul luogo dell’incidente, tuttavia, la CCTV ha verificato le informazioni e la polizia ha ricevuto i lead segnalati dal rapporto e sarà in grado di rintracciare l’autore del reato presto, afferma il rapporto.

READ  FMI annuali, riunioni della Banca mondiale che si terranno praticamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *