Alcuni voli verso gli Emirati Arabi Uniti Probabilmente “molto presto” per gli indiani con permessi

L’India ha sospeso tutti i voli passeggeri di linea internazionali il 23 marzo (rappresentativo)

Nuova Delhi:

È probabile che alcuni voli siano operati dall’India verso gli Emirati Arabi Uniti “molto presto” per gli indiani che hanno un permesso di soggiorno o di lavoro valido per gli Emirati Arabi Uniti, ha detto l’ambasciatore Ahmed Al Banna mercoledì.

L’India ha sospeso tutti i voli passeggeri di linea internazionali il 23 marzo a causa della pandemia di coronavirus. Molti passeggeri hanno utilizzato i social media per richiedere la ripresa dei voli passeggeri internazionali dall’India verso gli Emirati Arabi Uniti e altri paesi stranieri.

“Viene posta una domanda su cosa dire dei cittadini indiani che si trovano in India e hanno una residenza valida e permessi di lavoro validi per gli Emirati Arabi Uniti? Quando possono tornare dall’India agli Emirati Arabi Uniti?” Al Banna ha detto durante un webinar organizzato dalla Camera di commercio del PHD.

“Il problema non è negli Emirati Arabi Uniti. Il problema in realtà, o il punto, è in India. L’India non ha aperto i suoi aeroporti. Non consentono ai vettori stranieri di volare in India”, ha aggiunto.

Ha detto che gli Emirati Arabi Uniti hanno parlato e consultato il Ministero degli Affari Esteri (MEA) e con il Ministero dell’Aviazione Civile (MOCA) su questa questione.

“Speriamo, molto presto, saremo in grado di superarlo e ci saranno alcune operazioni dedicate a quegli indiani, che sono in India con permesso di residenza e di lavoro valido e approvazione ICA (Autorità Federale per l’Identità e la Cittadinanza) e PCV COVID-19 prova, per poter viaggiare dall’India agli Emirati Arabi Uniti “, ha aggiunto.

READ  "Corsi di rinforzo". 3 milioni sono stati stanziati per il 2020

Ha detto che gli Emirati Arabi Uniti hanno aperto i suoi aeroporti.

“Autorizziamo visitatori e residenti negli Emirati Arabi Uniti a due condizioni: una è che devono avere un’approvazione ICA. Devono fare domanda online. È molto semplice. Hanno messo i loro dettagli e tutto il resto. E ottengono l’approvazione ICA ,” Ha menzionato.

Il numero due è che devono eseguire il test PCR COVID-19 non più di 96 ore dalla data del loro arrivo negli Emirati Arabi Uniti, ha osservato.

Il governo indiano ha avviato la missione Vande Bharat il 6 maggio, in base al quale Air India e vettori indiani privati ​​hanno operato voli di rimpatrio non programmati per gli indiani bloccati all’estero durante la pandemia.

I vettori stranieri effettuano anche voli di rimpatrio non programmati per i loro cittadini dal 23 marzo.

“Voliamo voli cargo in India. I vettori indiani volano dall’India verso gli Emirati Arabi Uniti per il rimpatrio degli indiani che si trovano negli Emirati Arabi Uniti per tornare in India. A parte questo, non esiste alcuna compagnia aerea commerciale che opera dagli Emirati Arabi Uniti, o per quello fatto da qualsiasi parte del mondo, in India a causa della chiusura degli aeroporti in India “, ha detto Al Banna.

Arvind Singh, presidente dell’Autorità aeroportuale dell’India, ha dichiarato il 2 luglio che l’India è in trattativa con gli Stati Uniti e il Canada e con i paesi delle regioni europee e del Golfo per creare bolle bilaterali individuali che consentiranno alle compagnie aeree di ciascun paese nel patto di operare voli internazionali.

Il 20 giugno il ministro dell’aviazione civile Hardeep Singh Puri ha dichiarato che il governo inizierà a pensare alla ripresa dei voli passeggeri internazionali di linea a metà luglio, quando si aspetta che il traffico aereo interno raggiunga il 50-55% dei livelli prima del coronavirus.

READ  "Corsi di rinforzo". 3 milioni sono stati stanziati per il 2020

Dopo quasi due mesi di sospensione per combattere l’epidemia di coronavirus, il governo ha ripreso i voli passeggeri nazionali di linea il 25 maggio.

Tuttavia, aveva quindi consentito alle compagnie aeree di operare al massimo il 33% dei loro voli pre-COVID. Il MOCA ha aumentato i limiti il ​​26 giugno dal 33% al 45%.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

More from Quirino Trevisani

Donald Trump afferma che rinnoverà gli sforzi per porre fine al DACA

Il presidente Donald Trump ha detto venerdì che rinnoverà gli sforzi per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *