Sposo in ambulanza, il mezzo di soccorso costruito a Pistoia

PISTOIA

Lo sposo arriva in ambulanza a sirene spiegate. Mai era accaduto prima. La notizia è di qualche giorno fa e ci porta in località Montecalvo Irpino, in provincia di Avellino. Lui Alessandro, lei Olena, si sono detti sì dopo dieci anni di fidanzamento. Entrambi solo volontari dell’associazione locale e, per questo, sono molto legati all’emergenza e quindi al mezzo dell’ambulanza. Ma nessuno si sarebbe mai aspettato un colpo di scena come quello che lo sposo ha riservato a tutti gli invitati e alla sua futura moglie che lo attendeva in chiesa che aveva raggiunto a piedi.

Alessandro, attraversando, tutte le stradine del paese, si è presentato con l’ambulanza del soccorso di Montecalvo Iripino: sirene spiegate e fiocco bianco sullo specchieto, come nelle più antiche tradizioni, quando si suona il clacson in strada. L’episodio è diventato un vero tormentone sui social network e qualcuno non ha perso l’occasione per fare polemica. “Non pensavamo di attirare così l’attenzione - ha raccontato Alessandro, lo sposo - vorrei precisare che non abbiamo lasciato scoperto il soccorso del 118. Abbiamo utilizzato un mezzo per cui ci hanno dato il consenso. Ce ne sono tanti a disposizione. Sarebbe stato folle il contrario”. Polemiche o meno, la notizia è stata riportata da tutti i tg locali e nazionali e a noi che siamo toscani, piace sottolineare che il mezzo di soccorso è stato prodotto proprio da noi, nella nostra regione, a Pistoia. L'ambulanza fa parte infatti della gamma dei mezzi realizzati dall’azienda Maf Veicoli Speciali di Pistoia, specializzata appunto in ambulanze e mezzi di soccoso, leader del settore su tutto il territorio nazionale. Un primato anche per noi.