LE 7 MERAVIGLIE DEL BENESSERE

logo_must_review-dalla-rivista-1VIAGGIO IN TOSCANA TRA NATURA E RELAX

Writer: Giada Bertolini


La Toscana, oltre ad essere famosa per l’arte e i paesaggi mozzafiato, è una terra ricca di risorse naturali. La regione che vanta il più alto numero di strutture termali d’Italia, grazie alla presenza di numerosi giacimenti d’acqua la cui temperatura oscilla tra i 25° e i 54°. L’offerta benessere è ben articolata, non si ferma al solo termalismo. Un’ampia scelta tra idromassaggi, saune, sale relax, hammam, bagni di vapore, percorsi sensoriali e trattamenti personalizzati offerta dai centri benessere di hotel di lusso, urban spa e resort. Il turismo wellness è un trend in forte crescita, in Italia ha un valore di 2 miliardi e 175 milioni di euro. La Toscana occupa un posto d’onore nelle guide sui luoghi del benessere a 5 stelle: grazie ai suoi resort è la seconda regione con il maggior afflusso di turismo legato al benessere, oltre che ad essere una delle mete più glamour per i visitatori da tutto il mondo in cerca del vero relax. Le Spa in Toscana sono presenti ovunque: andare alla scoperta delle migliori ci consentirà di fare un vero e proprio viaggio all’interno della regione, dalla Garfagnana fino alla Maremma passando per le incantevoli colline della Val d'Orcia.

Il nostro itinerario parte dal Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa che domina l’antico borgo medioevale di Barga, in provincia di Lucca. La vista panoramica offre ai visitatori uno spettacolo naturalistico unico della vallata del Serchio. In questi luoghi di antiche memorie in cui il tempo sembra essersi fermato è situato il Resort e il parco di 600 ettari. Dal verde della montagna passiamo a Campi Bisenzio, comune a due passi da Firenze in una posizione strategica vicino alle autostrade e all’aeroporto, dove sorge la nuovissima Asmana Wellness World, una moderna struttura di 10.000 mq. Il centro benessere realizzato da due imprenditori americani, Florentin Doering e Ariba Tanvir, di origine tedesca lui e indiana lei, è il più grande d’Italia e terzo in Europa. Una particolarità offerta dalla struttura è la Wine Sauna, la sauna esterna con le pareti rivestite di legno di botti di vino. Inoltre Asmana per assicurarsi che ogni suo ospite abbia la possibilità di rilassarsi completamente vieta l’ingresso ai minorenni e l’uso dei cellulari. A Chiusdino in provincia di Siena possiamo trovare un’oasi di pace e natura all’interno del Relais Borgo San Pietro, dove la Spa è nascosta tra i giardini di erbe curative e i prati in fiore nelle campagne della tenuta, una villa del XIII secolo. Qui si trova la più paradisiaca ed esclusiva spa privata.

Non lontano da Pienza e Montalcino, nel cuore della Val d'Orcia, sorge l’Adler Thermae Spa & Relax Resort una struttura termale che offre ai suoi ospiti oltre 1000 mq di superficie acquatica in cui immergersi. La Spa utilizza prodotti di grande qualità, creati con gli ingredienti naturali della Val d'Orcia, per dei trattamenti unici. Il luogo dove farsi avvolgere dai profumi e dalle proprietà benefiche dell’uva rossa, utilizzata nei trattamenti di vinoterapia, dell’olio di oliva, del miele e delle erbe officinali, per un benessere completo.A Porto Ercole sorge l’Argentario golf Resort & Spa una struttura con un’incredibile vista sul paesaggio del Monte Argentario e sulla Laguna di Orbetello. La Spa di 2,700 mq include una palestra, una biosauna con cromoterapia e anche un percorso Kneipp oltre ad una piscina interna riscaldata con vista panoramica e acqua salina. Nella terra che il Carducci rese famosa per i suoi colli, Marina di Castagneto Carducci, sorge il Tombolo Talasso Resort. La particolarità di questa Spa sta nell’utilizzo dell’acqua marinaper i suo trattamenti, dalle vasche idromassaggio arricchiti con alghe e sali alla talassoterapia. Il viaggio si conclude su una delle colline più belle della Val di Cornia, a Monteverdi Marittimo, dove si erge I Piastroni Wellness & Spa una struttura all’avanguardia nel settore del bioturismo. Le acque della Spa sono riscaldate naturalmente dai Soffioni boraciferi.

Trovi questo articolo nella pagine del secondo numero di Must Review*