LA MAREMMA È REGINA DEL TURISMO: LA INCORONA ANCHE 'LE MONDE'

Gli occhi di tutto il mondo sono puntati sulla provincia di Grosseto. Sono occhi che brillano, immaginando una meravigliosa vacanza in queste terre. Questa volta, a eleggere la Maremma come una delle terre più belle del mondo, è stato il quotidiano 'Le Monde', fra i più importanti in Francia e con una grande rilevanza internazionale. "La région de Grosseto" è stata infatti inserita tra le 20 destinazioni da visitare nel 2017. Il giornale francese ha menzionato, in particolare, Porto Ercole e l'hotel 'Il Pellicano', considerato una base strategica per scoprire la Maremma nella totalità delle sue straordinarie e uniche bellezze.

Nella classifica stilata da 'Le Monde', la provincia di Grosseto è al dodicesimo posto. Ecco cosa scrive il prestigioso giornale francese:

A l’extrémité sud de la Toscane, à équidistance de Rome et de Florence, Porto Ercole et la région de Grosseto sont à découvrir à deux ou en famille. A Porto Ercole, l’hôtel Il Pellicano, vient d’être classé premier de la « Gold List 2017 » des meilleurs hôtels de luxe du monde publiée par Condé Nast Traveller. Bonne nouvelle, c’est un luxe (presque) abordable.

Un riconoscimento internazionale di altissimo livello, una promozione enorme del grossetano, che riempie di orgoglio anche l'amministrazione comunale e territoriale. "Le Monde ha incoronato Grosseto come meta turistica, inserendo il nostro territorio tra i primi 12 luoghi al mondo da scoprire nel 2017 - racconta entusiasta Luca Agresti, vicesindaco di Grosseto - una notizia che ci riempie di gioia e di orgoglio. Essere menzionati dal prestigioso quotidiano francese come territorio da visitare è un vero regalo che vogliamo condividere con i cittadini. Che Grosseto e tutta la Maremma siano un patrimonio naturale, paesaggistico e storico di cui andare fieri ne siamo convinti da sempre; ciò che il nostro territorio può offrire ai residenti e ai tanti visitatori che ci scelgono è una summa di eccellenze da tanti punti di vista. E sapere che questo luogo viene riconosciuto anche da una pubblicazione internazionale ci rende felici e allo stesso tempo ci offre nuovi stimoli per proseguire nel nostro lavoro di promozione e di offerta di qualità che ci distingua nel Paese e nel mondo".

Ma 'Le Monde' non è stato il primo quotidiano ad accorgersi delle bellezze della Maremma. Una prima menzione internazionale arrivò, appena tre anni fa, da parte del 'Guardian'. Il diffusissimo giornale inglese accostò il Monte Argentario, Castiglione, Capalbio, Scarlino e Gavorrano ad angoli di paradiso come Brasile, Marocco, Tasmania e Australia, definendo queste come le migliori destinazioni turistiche a livello mondiale.

"La Maremma è una terra di frontiera della Toscana – si legge su quell'uscita del 'Guardian' – un territorio tranquillo che si estende tra Capalbio e Cecina. Anche se non è ancora una destinazione come Forte dei Marmi, negli ultimi anni ci sono stati una serie di investimenti importanti e alcuni illustri personaggi hanno deciso di stabilire le loro attività in Maremma. Tra questi Alain Ducasse con L’Andana, lo splendido resort di campagna vicino a Castiglione della Pescaia, Leonardo Ferragamo con la Marina di Scarlino al porto del Puntone, e il gruppo di Paolo Panerai con la cantina di Rocca di Frassinello, progettata da Renzo Piano".

Una profezia, quella del Guardian. Già, perché la Maremma è divenuta, negli ultimi due anni, la regina assoluta del turismo in Centro Italia. Boom di visitatori italiani, che prediligono un fine settimana a basso costo, e stabili le presenze di stranieri, che si fermano per periodi più lunghi e hanno la possibilità di girare tutta la regione.