IL TALENTO DI MIRKO BONGI EMOZIONA SUL PALCO DI ITALIA'S GOT TALENT

Writer: Andrea Spadoni


Facciamo uno strappo alla regola. Sul giornale eccellenze della Toscana, questa volta parliamo di un bambino. Un giovane attore di 12 anni che, a mio parere, se avrà costanza e passione, potrà realizzare grandi sogni

SERRAVALLE PISTOIESE (PISTOIA)

Si chiama Mirko Bongi e con la sua famiglia abita a Serravalle Pistoiese. Quella collina che spezza in due la provincia e crea rivalità, sullo stile dei Guelfi e Ghibellini, tra la Valdinievole e Pistoia. Ma in queste righe vogliamo parlare di altro. Parliamo di lui, Mirko. Occhi azzurri come il cielo d’estate, sguardo vispo e talento puro che sprizza da qualsiasi angolazione lo osservi. Io me ne accorsi alcuni anni fa, in uno di quei concorsini da menù fisso a 15 euro e una sfilata di gente che ci prova, a metà tra un torneo di burraco e un karaoke di estrema provincia. All’improvviso, nel torpore generale, arrivò lui, un bambino. All’epoca di anni non ne aveva ancora 10.

Salì sul palco con la sicurezza di un veterano e tra barzellette e storielle ci fece ammazzare tutti da ridere. Pensai: questo è un fenomeno. E, al termine della serata, lo dissi anche alla sua famiglia. Vinse il concorso a mani basse quella sera e da quel giorno siamo diventati amici. Nel corso del tempo ho sempre seguito la crescita di Mirko Bongi e proprio l’altra sera, fissando il telecomando sul Canale 8 del digitale terrestre (uno dei pochi dignitosi non a pagamento), me lo sono ritrovato lì, con il suo bel faccino in televisione, come concorrente del noto talent show “Italia’s got talent”. Mutandone, babbucce e tee di Duffy Duck, ha raccontato la giornata tipo di un 12enne con il suo monologo “la sveglia”. Alla fine si è meritato il voto di approvazione da parte di tutta la giuria composta da Claudio Bisio, Franck Matano, Nina Zilli e Luciana Littizzetto, oltre a un grande applauso da parte del pubblico.

Quindi, una grande emozione per Mirko e per la sua, papà, mamma e nonna, che lo accompagnano in questa grande avventura nel mondo dello spettacolo e cercano di aiutarlo a realizzare il suo sogno: diventare un attore. Il talento c’è, basta saperlo valorizzare. Ma se le premesse sono queste, mi viene da parafrasare il titolo di un programma organizzato da tanti anni dall’agenzia Vegastar di Pistoia: Il futuro per Mirko? E’ uno show.