FARE IMPRESA: CRESCE L’AGRICOLTURA, IL SETTORE AUTO MANTIENE I SUOI STANDARD

Writer: Giacomo Bernardi


LE IMPRESE TOSCANE ATTIVE al 31/12/2015 sono 356.925, di cui 27.110 sorte nel medesimo anno solare. Netta crescita per le imprese agricole: ad oggi in Toscana sono 40.533, di cui 2.161 registrate nell’ultimo anno. Concessionarie auto e officine meccaniche la fanno da padrone, con 92.123 imprese del settore attive e ben 6.289 nate negli ultimi 12 mesi. Molte anche le aziende manifatturiere e le imprese di costruzioni, con più di 3mila nuove attività iscritte per settore. I NOLEGGI, LE AGENZIE DI VIAGGIO E I SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE attivi sono invece 11.449, con 1.123 nati nel 2015 e solo 833 cessati. Un saldo positivo che rispecchia la situazione anche dei servizi di alloggio e ristorazione: le imprese attive sono 27.043.

SPAZIO ANCHE ALL’ARTE, ALLO SPORT E ALL’INTRATTENIMENTO, CON BEN 5.029 IMPRESE ATTIVE, DI CUI 332 DI RECENTE APERTURA. Delle 356.925 imprese attive in Toscana, sono operative a Firenze 92.545, di cui quasi un terzo artigianali. Come numero di imprese seguono il capoluogo, ma a debita distanza, Pisa e Lucca, rispettivamente con 37.317 e 36.690 aziende. A Prato, il regno dell’industria tessile, sono attive 29.014 aziende, di cui più del 35% di tipo artigianale. Un dato simile anche in provincia di Pistoia, dove su 28.467 imprese, ben 9.506 sono registrate come artigianali. Solo 19.075 le aziende in provincia di Massa Carrara, mentre sono ampiamente sopra i 30mila quelle nella fiorente provincia di Arezzo.

LE CITTÀ CON IL MAGGIOR NUMERO DI IMPRESE ATTIVE SONO FIRENZE E PRATO, RISPETTIVAMENTE CON 45.792 E 26.611 AZIENDE. Il Comune toscano, non capoluogo di provincia, con il maggior numero di imprese attive è VIAREGGIO, che ne può contare ben 6.619 di cui circa il 25% di tipo artigianale.