'QUALCOSA E' CAMBIATO': A LUCCA E' DI NUOVO TEMPO DI LUBEC

Qualcosa è cambiato: la Cultura è benessere e crescita. Questo è il titolo della 12esima edizione di LuBec, che quest'anno avrà come filo conduttore l'innovazione e il cambiamento. L’appuntamento è fissato per il 13 e 14 ottobre a Lucca, nella consueta e suggestiva location del Real Collegio, proprio dietro Piazza San Frediano. Nello specifico, l’evento di quest’anno sarà dedicato al tema del passaggio fra pubblico e privato. Una dicotomia che a LuBeC 2016 sarà ben testimoniata grazie alla presenza e alla collaborazione di due partner come il Mibact e Samsung Electronics Italia. Stiamo vivendo un'epoca di innovazione socio-culturale che sta velocemente investendo la valorizzazione del patrimonio pubblico, le politiche territoriali, il welfare culturale e il non profit, le imprese creative e la rigenerazione urbana. Il tutto sta avvenendo assimilando il “nuovo”: nuovi strumenti normativi per nuovi cittadini, nuove tecnologie e nuove modalità di comunicazione, nuove energie e nuove competenze, nuove opportunità di sostegno finanziario per il pubblico e per il privato. È proprio di questi temi che si occuperà LuBeC 2016, attraverso convegni, workshop e laboratori dedicati.

Molte le testimonianze volte a raccontare questo momento di cambiamento, sia nella sessione plenaria di apertura del 13 ottobre - che prevede, tra gli altri, focus del Mibact, della Regione Toscana, di Samsung e di Wikimedia - che negli appuntamenti successivi, come ad esempio il convegno dedicato all’Arte Contemporanea intesa come grande attrattore, l’incontro della Rete delle Città della cultura su innovazione e welfare culturale o ancora l’incontro con i direttori dei grandi Musei italiani, convegno, quest’ultimo, che chiuderà l’evento 2016. LuBeC rappresenta anche una possibilità per gli operatori del settore, grazie a Lubec Digital Technology, la rassegna espositiva dei prodotti e dei servizi turistico-culturali, creati dal sistema pubblico e privato per il fruitore contemporaneo. Un’opportunità per farsi conoscere e per confrontarsi con altri attori della filiera, in modo da sviluppare nuove sinergie e idee progettuali, anche attraverso la partecipazione ad incontri B2B in programma nei due giorni della manifestazione.

E a proposito di nuove idee, il 13 ottobre ci sarà il taglio del nastro della terza edizione di Creathon, la maratona di creatività di 24 ore, realizzata in collaborazione con il Polo Tecnologico Lucchese, in cui 15 squadre di giovani creativi - tra cui umanisti, informatici e comunicatori - si sfideranno per dare vita a nuovi progetti e/o prodotti destinati alla fruizione della cultura. Anche Creathon, come l’intera rassegna, ha come partner Samsung Electronics Italia, azienda leader nella creazione e produzione di tecnologie dell'informazione, la cui vision, “ispirare il mondo e creare il futuro”, si sposa alla perfezione con l’obiettivo di questo Hackathon. Il concorso è a livello nazionale e si può partecipare gratuitamente, inoltrando la candidatura del team sul sito www.lubec.it/creathon.

Si segnalano, inoltre, altri servizi dedicati ai partecipanti di LuBeC nei due giorni della rassegna. Il primo di questi è Europe Corner, il corner informativo sulla possibilità di partecipare a bandi e di richiedere finanziamenti europei, gestito dal team di esperti dell'Ufficio Europa di Promo Pa Fondazione. L’altro è lo sportello Ics Una banca per la Cultura, un desk informativo sui prodotti bancari destinati al sistema culturale pubblico e privato.

La 12esima edizione di Lubec è organizzata da Promo Pa Fondazione con il sostegno del Comune di Lucca, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca, della Regione Toscana e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Lubec gode ogni anno del patrocinio e della partecipazione dei Ministeri di riferimento, della Provincia di Lucca, dell’Upi, del Cnr, dell’Ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Lucca e del Consiglio nazionale degli architetti.
Per iscriversi alla rassegna e consultare il programma completo di LuBeC 2016 visitate il sito www.lubec.it. La partecipazione è gratuita.