LA BELLEZZA NON SERVE PIU'. OGGI LA FIDANZATA LA COMPRI SUL WEB.

Spopola anche in Italia "Seeking Arrangement" (quasi 3 milioni di iscritti), il sito che fa incontrare generosi (e facoltosi) "Daddy" con ambiziose "Sugar Baby". "Qua sopra tutto è negoziabile, ma non ci sono prostitute".


Quasi 3 milioni di membri e il 70 per cento donne. Spesso giovani e belle. Non è un sogno, è semplicemente una piattaforma di incontri che, anche in Italia, sta spopolando. Precisamente è la moda del “sugar daddy” e della “sugar baby”. Generosi uomini facoltosi e ragazze con l’esigenza di crescere socialmente. Complice la crisi economica e le insicurezze. O, forse, siamo semplicemente di fronte alla trasposizione della realtà sul web, su un sito internet di incontri. Donne alla ricerca dell’uomo che può garantire sicurezza e solidità economica. Donne alla ricerca di attenzioni e di quel “colpo di fortuna” che da sempre viene identificato nel “Principe azzurro”. Perché proprio un principe e non un metalmeccanico azzurro? Oppure un impiegato dell’ufficio tecnico del comune azzurro? No, un principe. Tutte lo vogliono bello e ricco. Perché, rigiamocela come ci pare, sul piatto ci sono (più o meno) sempre i soldi. O per dirla in gergo: il lesso. E così, grazie a un geniale imprenditore, oggi non ci sono più mezze misure e punti di vista. Ora è tutto nero su bianco.

Brando Wade

L'ideatore del portale Brandon Wade con una "SugarBaby"

Lo ha capito per primo Brandon Wade, creatore del sito internet www.seekingarrangement.com. Qui tutto si negozia alla perfezione, in modo che ogni dettaglio possa andare nel verso giusto e che non ci siano brutte sorprese. Il sito, infatti, è un incontro tra uomini facoltosi e belle donne. Il meccanismo è semplice: lui cerca lei e le offre soldi per il primo incontro. Quindi è prostituzione? No. Per i creatori del sito è la prima regola da rispettare. Nessuna prostituzione; perché, in quel caso, la negoziazione è diversa: con il denaro si compra il sesso. In questo caso, invece, alla donna devi dimostrare quando puoi essere generoso con lei e c’è anche la possibilità che l’incontro a cena o al pub, si trasformi in una vera storia.

Il sito VICE ITALIA (leggi qui), ha intervistato Angela Jacob Bermudo, reponsabile relazioni pubbliche per Seeking Arrangement: Il sito e l'intero progetto si basano sull'idea che, nella relazione tra sugar daddy e sugar baby, non ci siano compromessi. Ogni cosa è negoziata in modo chiaro, così che nulla possa andare per il verso sbagliato. Come nel caso di molti altri siti d'incontri il rischio, che è un elemento vitale in amore, è apparentemente rimosso: nessuno soffre e che nessuno ne uscirà mai insoddisfatto”. L’idea (assai vincente da un punto di vista imprenditoriale) ha, per prima, cambiato la vita a chi l’ha realizzata: “Brandon è, per sua stessa ammissione, un nerd. Non ha mai avuto molta fortuna in amore (a 21 anni non era mai stato baciato), ma era molto sveglio e intelligente. In realtà è stata sua madre a dargli il consiglio da cui poi è nato il sito. Gli ha detto: "non preoccuparti delle relazioni e dell'amore. Insegui il successo, e una volta che l'avrai ottenuto sarà tutto più facile, perché potrai dare idea di quanto vali mostrando alle donne quanto sai essere generoso." Ed è questo il principio di Seeking Arrangement: la generosità. Quella che si mostra con il portafogli. Nell’intervista rilasciata a VICE si spiega bene tutto: il meccanismo e gli utenti. “Molti uomini di successo non hanno tempo per le relazioni, per incontrare donne nei bar e per sprecare tempo a cercare di avere una storia. Quindi, se sul sito trovi una donna che ti piace, puoi farle un’offerta in denaro per uscirci. Lei può anche declinare. Ma non si tratta assolutamente di prostituzione: in quel caso lo scambio è denaro per sesso. Chi viene sul nostro sito per quello, è ne posto sbagliato. Questi uomini sono attratti dall'idea di guida parte dell'essere sugar daddy, cioè quell’elemento che aiuta a far elevare socialmente (ed economicamente) una donna. Il segreto è eliminare il cosiddetto compromesso con una negoziazione in denaro. Spesso, anche nelle relazioni tradizionali, le persone iniziano a frequentarsi e cercano di venirsi incontro, ma non sono mai veramente sincere su quali sono le loro aspettative”.

Quindi, dimenticatevi l’amore. Oggi tutto si può comprare e contrattare. Da una parte generosi “daddy” e, dall’altra, ambiziose “sugar baby”, pronte a diventare compagnie carine da esibire e usare a piacere. All’atto dell’iscrizione, entrambi devono rispondere a domande generiche per presentarsi e chiarire, in maniera abbastanza precisa, quali sono le disponibilità o aspettative economiche. Le ragazze, grazie a questo meccanismo, possono arrivare a guadagnare anche fra i 3000 e 5000 dollari al mese. Cifre allettanti in città costose come New York, ma anche per le numerose vivaci italiane e anche toscane, ormai attente alle nuove tendenze, grazie anche alla velocità dei social network. Che dire? Daddy di tutto il mondo. Unitevi.