CLUBSTA, È TOSCANO IL PRIMO PORTALE ITALIANO DEDICATO ALLA NIGHTLIFE

Writer: Carlo Alberto Pazienza


Una delle grandi rivoluzioni portate dall'era digitale, è senz'altro quella di permettere a chiunque, in qualunque luogo e in qualunque momento, di accedere ad un'infinita serie di informazioni. Basta avere un moderno smartphone, o un qualsiasi altro dispositivo mobile, che si connette ad internet e il gioco è fatto. Esistono vere e proprie enciclopedie online, negozi e centri commerciali, siti e portali che ti consigliano dove andare a mangiare, dove alloggiare per una notte o una settimana, che cercano tutti i voli del mondo offrendoti la scelta migliore. Non esistono però piattaforme che ti guidino nella scelta di un locale per fare un aperitivo o una bevuta, che ti consiglino la giusta di discoteca in base ai tuoi gusti, che ti dicano dove fare colazione una volta usciti. O meglio non esistevano, perché da pochi mesi è online un portale, nato da un progetto 100% toscano, in grado di elaborare tutte queste informazioni e mettere in contatto utenti e proprietari dei vari locali. Un vero e proprio portale del divertimento notturno. È questa la filosofia che spinge Clubsta, la prima piattaforma online italiana dedicata alla nightlife, realizzata da una startup formata da 7 giovani toscani tra i 25 e i 30 anni. Un'idea partorita dall'amministratore Daniele Gulioso, 27enne di Monsummano Terme (Pistoia), a seguito di un'esigenza: “Avere un riferimento per fare serata – ci spiega – per cercare un hotel c'è Booking, per i voli aerei Skyscanner, per i ristoranti TripAdvisor, ma non c'era niente per le discoteche. Nel web ci sono molte piattaforme frammentate per quanto riguarda la nightlife, ma nessuna è abbastanza completa. La nostra idea è stata quella di raccogliere il tutto in unico punto di riferimento. Di eventi e locali su internet se ne trovano a bizzeffe, ma sempre spinti da pr o gestori dei locali stessi. Ciò che mancava era il feedback, l'opinione degli utenti in merito al prodotto, in questo caso un evento o una discoteca appunto”.

La startup è partita nel 2014 e per prima cosa Daniele si è preoccupato di assemblare un team con molteplici conoscenze e in grado di seguire l'evoluzione dell'azienda in ogni suo passaggio: c'è un commerciale responsabile di marketing e comunicazione, un graphic designer, uno specialista software responsabile dello sviluppo del portale web, un web advertising che si occupa di analisi e pubblicità su Facebook e Google, infine due profondi conoscitori della nightlife toscana. Un'attività portata avanti parallelamente al proprio lavoro e che nel giugno 2016 si è concretizzata con il lancio del sito. Ma come funziona Clubsta? I locali sono divisi in 5 categorie: street food, discoteche, pub, loung bar e one off (eventi singoli o festival). Si può fare la ricerca in base alla tipologia del locale, scegliendo una data o scorrerli a seconda della distanza. Ogni utente può avere un proprio profilo e fare il 'check-in' in ogni locale, cioè registrarsi e permettere agli altri di vederlo. Non solo: ogni utente può commentare, postare foto o lasciare una recensione. Lo stesso vale per i gestori, che possono creare la pagina del proprio locale e pubblicizzare i vari eventi.

Ad oggi il servizio è completamente gratuito ma il team di Clubsta ha già pensato a come trasformarlo in un'attività remunerativa: “Ci siamo dati 4 anni di tempo per mettere a punto il progetto anche sotto l'aspetto economico. Siamo autofinanziati e ad oggi abbiamo investito una cifra vicina agli 80mila euro, ma dopo un anno di lavoro siamo abbastanza soddisfatti: abbiamo 300 locali nel database e diverse centinaia di utenti, aggiorniamo quotidianamente i nostri social pubblicizzando gli eventi, investiamo nella pubblicità su Facebook e Google, abbiamo promoter, hostess e dj che portano il in giro il nostro brand. Ad oggi è tutto gratis per tutti, ma quanto Clubsta diventerà necessaria, ovvero verrà consultata per scegliere cosa fare la sera, allora inizieremo a far pagare alcuni servizi, ad esempio mettere in evidenza gli annunci. A breve inoltre uscirà la nostra app, che siamo convinti ci farà fare un ulteriore passo avanti”. L'applicazione infatti avrà diverse funzionalità interessanti: ad esempio mettere in comunicazione gli utenti che si registrano nella stessa discoteca aprendo una chat istantanea, oppure inviare una notifica, a una certa ora della notte, con le indicazioni per raggiungere bar, pasticcerie, forni o paninari aperti nelle vicinanze per fare colazione. Infine una funzione che strizza l'occhio alla sicurezza stradale: la possibilità di richiedere un passaggio per chi non si sente in condizioni di guidare o viceversa offrirsi di riportare a casa qualcuno senza auto o appunto non lucido per farlo autonomamente.