Soffri di stress cronico? Ecco la soluzione

Lo stress consiste in uno stato di disfunzione e di alterazione degli equilibri psicocorporei dell’organismo, che può divenire cronico e logorare l’individuo, ad esempio facendo perdere la capacità di elaborare risposte e comportamenti adeguati alle reali esigenze esterne. Ma lo stress non è necessariamente un fattore negativo, anzi, se gestito correttamente, può essere una fonte di vitalità e di tensione positiva verso il raggiungimento della propria realizzazione personale e del proprio benessere. L’accumulo di stress e le patologie che ne derivano non sono una conseguenza necessaria dei ritmi di vita serrati o dell’elevato carico di responsabilità a cui spesso si viene sottoposti. Al contrario ansia e tensione possono scaturire da qualsiasi evento che venga percepito al di sopra delle nostre possibilità e generi in noi sentimenti di impotenza e di inadeguatezza. Se lo stress è una normale e necessaria reazione di adattamento che rende l’organismo più ricettivo di fronte a situazioni impegnative, l’eccessivo accumulo di tensione può generare un abbassamento delle prestazioni individuali fino a dare origine a stati d’animo paralizzanti e in alcuni casi vere e proprie patologie fisiche e psicologiche.
Lo stress cronico (“distress”) non consiste in un eccessivo carico di lavoro e non è la stanchezza per i troppi impegni, ma è la difficoltà di ritornare a una condizione di allentamento, di calma e riposo profondo, dopo l’attivazione e lo sforzo per superare ostacoli e risolvere problemi. Le radici dello stress cronico affondano in alterazioni profonde del respiro, del tono muscolare di base, delle posture, dei movimenti: alterazioni oggettivamente presenti e rilevabili ma di cui ci si accorge difficilmente. Perciò lo stress cronico avanza, rendendoci difficile svolgere le normali attività sociali e lavorative, finendo per produrre malattie e disturbi sempre più pericolosi.

Disturbi da Stress Cronico: Una volta cronicizzato, lo stress diventa altamente dannoso, poiché costringe l’organismo in una situazione di costante tensione e allarme anche quando non sarebbe necessario, pregiudicandone energie e salute. E’ oramai un dato acquisito che lo stress produce modificazioni a carico di tutti gli organi, attraverso la mediazione del sistema nervoso vegetativo, del sistema endocrino e del sistema immunitario, attraverso una complessa serie di meccanismi di regolazione. Lo stress è causa di disturbi sempre più diffusi: ansia, insonnia, stanchezza, difficoltà di concentrazione e decisione, pensieri ripetitivi, irritabilità, impotenza sessuale, cefalee, coliti.

Il Metodo Funzionale Antistress: La Metodologia Funzionale Antistress accuratamente ideata dal Prof. Luciano Risposti fondatore del Neo-Funzionalismo, Fondatore della Scuola Europea di Formazione in Psicoterapia Funzionale (SEF), della Società Italiana di Psicoterapia Funzionale (SIF) e della EIPF (Ecole Internationale de Psychothérapie Fonctionnelle – Escuela Internacional de Psicoterapia Funcional), permette di intervenire efficacemente in quel continuum che dal macro (respiro, movimenti, comportamenti, ecc.) conduce al micro (modificazioni biochimiche interne, neurotrasmettitori, sistemi ormonale ed immunitario, ecc.), cioè che dai piani esterni ed accessibili porta a quelli profondi, interni, invisibili, riportando l’organismo ad uno stato di naturale equilibrio e di efficienza.


L’articolazione dell’intervento, sia in termini di scioglimento che di prevenzione, va dalla modificazione di alcuni regolatori generali dei processi dell’organismo (quale la respirazione) fino ad un sistema integrato di discipline psicocorporee, il tutto calibrato specificamente sullo stress e i suoi meccanismi psicofisiologici. La Psicologia Funzionale studia i metodi più avanzati per curare lo stress e raggiungere un vero e duraturo benessere: non un semplice rilassamento temporaneo (come quello prodotto dalla maggior parte delle tecniche sinora conosciute), ma una profonda modificazione dei meccanismi radicati dello stress.

Come intervenire: L’intervento Funzionale Antistress è altamente efficace per disturbi psicosomatici quali: stanchezza, cefalee, insonnia, gastriti e disturbi digestivi, colite, malattie della pelle, sovraffaticamento intellettuale, palpitazioni, sudorazione, bocca e gola secche, mal di schiena, diminuzione delle capacità sessuali (eiaculazione precoce, riduzione del desiderio, frigidità), ma anche per il miglioramento delle prestazioni nei casi di: preparazione di eventi importanti, difficoltà di concentrazione e studio, ansia da superamento delle prove (esami, parlare in pubblico), problemi relazionali, competizioni sportive.
Sulla base di una misurazione e valutazione è possibile elaborare un programma di intervento individualizzato, che si realizza attraverso incontri individuali o di gruppo. Alla fine del trattamento è possibile realizzare una seconda misurazione che ci permette di valutare i risultati ottenuti e la loro efficacia in modo preciso e oggettivo. La verifica può essere infatti ripetuta nel tempo per verificare l’efficacia del progetto terapeutico messo in atto e l’andamento del paziente nel suo percorso verso il benessere. I miglioramenti che si ottengono riguardano tutti i piani del funzionamento umano: Emotivo, Cognitivo, Fisiologico e Biologico.

 


A cura della dott.ssa Cristina Silvestri, psicologa Clinica e della Salute, psicoterapeuta Funzionale in formazione, esperta in trattamenti dei disturbi da Stress Cronico. E' membro Società Italiana Psicologia Giuridica e Forense. 

Cell. 329/9870505