"IL MARE CALMO DELLA... VERSILIA"

VERONICA BOCELLI RACCONTA IL NUOVO BAGNO ALPEMARE

Writer: Carlo Alberto Pazienza Foto: Archivio Alpemare


Se Andrea Bocelli dovesse scegliere il titolo di un suo brano per ogni capitolo della propria vita, probabilmente, per quello in corso, punterebbe su “Il Mare Calmo Della Sera”. E' la canzone, scritta da Zucchero Fornaciari, Gloria Nuti e Gian Pietro Felisatti, con la quale il tenore toscano si presentò al mondo e stravinse il Festival di Sanremo, sezione “Nuove Proposte”, nel 1994. Un mare che Bocelli, proprio dall'estate 2017, ha iniziato a vivere da imprenditore, in quanto nuovo proprietario del Bagno Alpemare di Vittoria Apuana, a Forte dei Marmi. Un'idea nata quasi per gioco, circa un anno fa, e che oggi si è trasformata in una vera e propria avventura imprenditoriale che il cantante originario di Lajatico ha deciso di intraprendere con la famiglia al completo. Il progetto infatti coinvolge anche la moglie Veronica Berti, il fratello Alberto e, soprattutto, i due figli maschi Amos e Matteo. Anzi, sono stati proprio loro, una volta venuti a conoscenza dell'opportunità, a dare lo spunto al padre per acquistare lo stabilimento da sempre di proprietà della famiglia Frullani, la stessa che aveva la pensione Alpemare, proprio a due passi dal bagno, divenuta da alcuni anni la bella dimora del celebre tenore. I tanti impegni canori e non, impediscono però a Bocelli di occuparsi direttamente della gestione della struttura. Per questo, e non poteva essere altrimenti, a coordinare il lavoro quotidiano e se necessario svolgere le mansioni di routine sarà proprio Veronica, la donna che gli ha “fatto mettere la testa a posto”, come lui stesso a dichiarato in una vecchia intervista, che gli ha dato il terzo figlio (Virginia, che oggi ha 5 anni) e con cui è convolato a nozze nel 2014.

Per la signora Bocelli si tratta dell'ennesimo impegno da aggiungere a quello di manager del marito, vice presidente della Bocelli Foundation e mamma a tempo pieno, senza dimenticare la gestione delle altre attività: il Teatro del Silenzio e le Officine Bocelli. Ma non chiamatela Wonder Woman. “Noi donne dobbiamo accettare un compromesso importante – ci spiega ridendo Veronica - quando ne vogliamo fare troppe finisce che non ne facciamo nemmeno una giusta. È evidente che essendo un'attività di famiglia cercherò di essere presente e di metterci cuore e anima, ma è bene che ognuno abbia il suo ruolo. Io sono un umile operaio e mi metterò a disposizione per quello che so fare: dare accoglienza e portare gli artisti. Per noi è un'esperienza nuova: abbiamo sempre vissuto il mare come ospiti, una grande passione che ci ha portato ad affrontare questa avventura. Per questo abbiamo coinvolto professionisti esperti del settore, per dare un servizio di qualità e soddisfare le esigenze dei nostri clienti”.

La direzione del bagno è stata affidata a Fabio Giannotti, volto noto della politica locale e grande conoscitore del territorio, mentre la cucina è sotto la guida di Dario Leonardi, cuoco personale di Oleg Tinkov. Come detto però si tratta di un'attività a conduzione familiare, per cui oltre a Veronica al Bagno Alpemare troveremo i figli Amos e Matteo, che hanno studiato da bagnini e che daranno una mano concreta. Anche Alberto Bocelli, fratello di Andrea e che di mestiere fa l'architetto, ha partecipato alla realizzazione del progetto curando, assieme al celebre collega Alberto Bartalini, la completa ristrutturazione dello stabilimento. Ed è stata proprio l'impronta di Bartalini, che tra le tante cose è anche ideatore direttore artistico del Teatro del Silenzio, a donare allo stabilimento quella commistione tra arte, natura e cultura che è tipica di ogni location 'bocelliana': “Ripensando lo stile e il design dello stabilimento, abbiamo voluto unire ciò che è funzionale a ciò che è bello e per bello intendo l'arte - sottolinea Veronica - OGNI STAGIONE INFATTI OSPITEREMO UN ARTISTA DIVERSO, CHE CONTAMINERÀ GLI SPAZI E GLI ARREDI DEL BAGNO CON OPERE CHE VERRANNO MESCOLATE AGLI OGGETTI: UNA PANCHINA, UNA SDRAIA O UNA TENDA. UN PO' COME DA SEMPRE SUCCEDE AL TEATRO DEL SILENZIO, UNO SPAZIO PENSATO PER LA MUSICA CHE DÀ MODO AD ARTISTI PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO DI METTERSI IN MOSTRA E A NOI DI GIOIRE DELLA LORO ESPOSIZIONE. Il primo grande maestro con il quale abbiamo avuto l'onore di collaborare per il 2017 è stato Giuseppe Carta”. Il bagno dispone di oltre 40 tende, molte delle quali a disposizione dei clienti del Grand Hotel Imperiale, praticamente già tutte prenotate. Anche il bar è molto curato e copre il servizio dalla colazione agli aperitivi. Non manca ovviamente, il pianoforte, estensione naturale di casa Bocelli: il luogo ideale di Andrea, dove magari, in qualche rara occasione all'ora dell'aperitivo, lo potrete trovare disteso e rilassato a rendere omaggio al suo “Mare Calmo Della Sera”.


LEGGI ANCHE: Forte...da sempre - speciale Forte dei Marmi
Alberto Bartalini: l'architetto racconta il design dell'Alpemare