UASHMAMA, LA BELLEZZA È DI FAMIGLIA

UN TESSUTO MAGICO E QUATTRO SORELLE

Writer: Chiara Marconi François Foto: Mattia Modica


Marco Marconi è un brav'uomo, un attento padre di famiglia, ma soprattutto è un brillante imprenditore. La sua vera passione? La chimica, ma non ha mai avuto il tempo di studiarla seriamente. La dote più grande? La pazienza, perché da sempre si trova “costretto” a convivere e a lavorare con una famiglia tutta al femminile. Componente però risultata indispensabile per la creazione di un brand che ha inventato un nuovo concetto di moda, lanciando sul mercato un prodotto realizzato con un materiale del tutto innovativo ed al passo coi tempi: la carta lavabile. Ed è proprio questa particolare caratteristica ad aver dato il nome al progetto, Uashamama, dedicato da Marco alla moglie Emanuele ma più in generale a tutte le mamme. Più che un'azienda si tratta di un vero e proprio progetto di vita, un marchio che in pochi anni è riuscito ad emergere proprio grazie alla stretta relazione tra tutti i componenti della famiglia Marconi: i coniugi Marco ed Emanuela, le figlie, rigorosamente in ordine di anzianità, Chiara, Giulia, Gemma e Gaia. Ogni pedina del gruppo infatti ha una sua competenza e segue incessantemente ogni processo di lavorazione. Sono stati proprio gli insegnamenti tramandati dai nonni a rendere speciale l'intesa familiare, fondata sul concetto che nulla è dovuto e che bisogna credere nel lavoro con umiltà e sacrificio. Per questo le quattro sorelle, prima di poter essere all'altezza del compito, si sono impegnate in una lunga e sana gavetta. La filosofia della famiglia Marconi è stata allargata poi ai dipendenti dell'azienda e ai collaboratori sparsi in tutto il mondo. Già perché il progetto Uashmama, partito dal cuore della Toscana, da Montecatini Alto per essere precisi, si è esteso ormai ben oltre i confini nazionali: dall'Australia, presente con tre punti vendita, ai paesi Scandinavi, dall'America all'Europa del centro nord (Germania e Polonia). Insomma, un brand in continua crescita che non sembra intenzionato a fermare la sua espansione.

Il rispetto per la natura, la ricerca dei prodotti della tradizione toscana, la professionalità di artigiani che tramandano di padre in figlio antichi metodi di lavorazione.

Le sorelle: in piedi, da sinistra verso detra Gemma, Gaia e Giulia. Seduta, Chiara.

Si fonda su questi imprescindibili capisaldi la filosofia Uashmama, il brand fondato da Marco Marconi ed Emanuela Sarti che si caratterizza per la produzioni di borse, zaini, sacchetti per il pane, lampadari, tovaglie, attraverso l'utilizzo di materiale prodigioso, derivato dalla carta e lavabile anche in lavatrice. Si tratta di un intreccio di fibre naturali che trasformano un semplice foglio di carta in un tessuto che diventa multiforme, a seconda del gusto e della tendenza del momento. Simile alla pelle ma del tutto naturale. I due fondatori, che tra l'altro sono marito e moglie, per dare continuità e freschezza al loro progetto si sono affidati alle quattro figlie, una diversa dall'altra ma accomunate dallo stesso unico obiettivo: rendere grande il brand di famiglia. Chiara, classe '78, insieme al padre è quella che si occupa della realizzazione dei modelli. Colei che per ogni stagione crea ciò che viene presentato nelle varie fiere in tutto il mondo: New York, Parigi, Francoforte, Sydney, Melbourne, Stoccolma. Giulia, classe '83, si occupa di tutto ciò che è legato all'immagine e alla promozione del marchio Uashmama: immagine dei punti vendita, realizzazione di cataloghi, pubblicità, social network. Gemma, classe '85, la mente delle quattro. Senza ogni ombra di dubbio la più quadrata delle sorelle, quella che di fatto bada a far tornare i conti dell'azienda. E poi c'è Gaia, classe '89, che insieme alla mamma e a Giulia gestisce l'immagine di alcuni dei sei negozi Uashmama in Italia. I punti vendita si trovano a Firenze, Lucca, Montecatini Terme, Montecatini Alto, San Gimignano, Bergamo Alta.


LA SHOPPER UASHMAMA BRILLA CON I GIOIELLI FERRAGAMO

Durante l'apertura del pop up store di Maria Sole Ferragamo a Londra, è nata una collaborazione tra due realtà che si sono legate fin dall'inizio: la linea dei gioielli design di Maria Sole e l'azienda Uashmama (la nostra intervista a Maria Sole Ferragamo). Conoscendo e apprezzando gli oggetti che vengono prodotti da Uashmama, la giovane stylist ha voluto che l'azienda di Montecatini Terme realizzasse per lei una shopper ad hoc che potesse abbracciare pienamente il concerto di "dar nuova vita a ciò che è già in essere". Così è stato e il risultato si può ammirare nell'immagine qui a fianco, una linea di borse e accessori versatili e trendy, rigorosamente a impatto zero sull'ambiente.

UASHMAMA : web - Facebook - Instagram

Leggi anche: Quattro sorelle e un'idea: la famiglia Uasmama alla conquista del mondo