PITTI UOMO 91

DAL 10 AL 13 GENNAIO 2017 - FORTEZZA DA BASSO, FIRENZE


Si rinnova a gennaio, dal 10 al 13, l'appuntamento con Pitti Uomo, la kermesse fiorentina arrivata alla sua 91esima edizione e che nel 2017 sarà dedicata alle anticipazioni moda uomo per l’autunno inverno 2017-2018. In programma come sempre a Firenze, negli spazi della suggestiva Fortezza da Basso, la manifestazione in questa edizione prenderà il nome di Pitti “DanceOff”, declinando la voglia di sportswear del mercato nell’esperienza emotiva della danza. A caratterizzare quindi le edizioni invernali di Pitti Immagine, oltre all’Uomo nel progetto sarà coinvolto anche Pitti Bimbo, sarà la danza interpretata con il solito sguardo ironico, con un allestimento ad hoc a cura di Oliviero Baldini, non convenzionale anche nello spirito, un inno al piacere di muoversi, di ritrovare se stessi attraverso il movimento e la musica. A dare vita alla pista da ballo targata Pitti Uomo 91 ci penseranno oltre 1.220 espositori, di cui oltre il 50% sono piccoli marchi di ricerca. Attesi poi alla Fortezza da Basso circa 25.000 compratori, tutti posizionati nella fascia alta del mercato, tra cui molti tedeschi, giapponesi e americani confermando così il ruolo fondamentale di Pitti Uomo tra le manifestazioni di settore.

Vastissimo, come di consueto, il programma di eventi e iniziative speciali. La lista degli ospiti attesi a Pitti Uomo 91 si fa sempre più lunga. Se erano già stati svelati Paul Smith come Special Guest e Tim Coppens come Guest Designer, ecco che è arrivata la conferma che a Pitti uomo 2017 farà ritorno Z Zegna che presenterà a Firenze in anteprima la collezione disegnata dal nuovo direttore creativo Alessandro Sartori, mentre Tommy Hilfiger sarà protagonista di un evento da non perdere in cui svelerà un’accurata selezione delle sue collezioni uomo autunno 2017. Di non minore importanza il contributo culturale del Centro di Firenze per la Moda Italiana, holding di controllo di Pitti Immagine che la sera del 9 gennaio organizza una grande anteprima a Palazzo Pitti per presentare la mostra "Fashion In Florence through the lens of Archivio Foto Locchi"' con 100 rarissimi e inediti scatti dagli anni Trenta ai Settanta del Novecento che raccontano la storia della moda a Firenze: l'esposizione rappresenta un progetto nato dall'incontro tra l'Archivio Storico Locchi, il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, il Centro di Firenze per la Moda Italiana e il Gruppo Editoriale di Matteo Parigi Bini e Alex Vittorio Lana.

Poi spazio ai talentuosi Pitti Italics Carlo Volpi, Lucio Vanotti e Sansovino 6, come per i coreani Bmuet(te) e Ordinary People e il marchio giapponese Sulvam. Largo ai giovani italiani che fondano nuovi brand come Bruno Riffeser Monti e Lorenzo Fusina fondatori di Fanga e alla loro seconda presenza nei Pop Up Store. Felice l'idea di Guido Biondi direttore creatore di Roy Roger's di lanciare a Pitti Uomo il jeans sartoriale insieme al prestigio e all'esperienza della sartoria maschile fiorentina Liverano&Liverano.