LA TOSCANA IN MOTO

Panorami mozzafiato, paesaggi suggestivi e borghi antichi. La Toscana ha moltissimo da offrire a chi ama viaggiare in moto d'estate. Una terra completa, che si presta perfettamente alle 'vacanze su due ruote'. Dal mare alla montagna, passando per scorci poetici, gli itinerari da seguire sono moltissimi. Ne consigliamo tre.

ALLA SCOPERTA DELLA GARFAGNANA: DA LUCCA A FORNOVOLASCO

Un percorso impervio che si snoda lungo le verdi vallate della Garfagnana. Da Lucca si sale verso Castelnuovo Garfagnana. Raggiunta Gallicano è necessario addentrarci in paese e cercare le indicazioni per Vergemoli. Da qui parte una strada che ci condurrà in una sorta di canyon, caratterizzata da rocce a picco sulla carreggiata. La prossima tappa è Grotta del Vento, ma merita uno stop a Vergemoli per un giro tra i vicoletti del borgo. Arrivati a Grotta del Vento, scendiamo ancora in direzione Fornovolasco e giunti ad un bivio imbocchiamo la strada che appare in salita. Distanza del percorso: 46 km.

IL PASSO DEL MURAGLIONE:DA DICOMANO A PORTICO DI ROMAGNA

Tra Firenze e Forlì un groviglio di tornanti chiamato SS67 si arrampica sull'Appennino Tosco-Romagnolo per fare incontrare gli amanti delle due ruote a 907mt slm. Da Dicomano si prende per San Godenzo, dove ci si può fermare nella piazza principale per la prima sosta ai box. Si riparte lanciando ufficialmente la sfida al passo del Muraglione: la salita si fa sentire, mentre il paesaggio spalanca le finestre sul Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Superate le case di Cavallino siamo allo sprint pre-valico (907m slm): raggiunto San Benedetto in Alpe, gli amanti del trekking mettono il cavalletto e s'incamminano verso le cascate dell'Acquacheta. Evitando distrazioni (quella per il passo Manzo a destra, o per il vulcano più piccolo d'Italia a sinistra) si conclude l'itinerario percorrendo l'ultima manciata di chilometri fino a Portico di Romagna. Distanza del percorso: 40km.

LA COSTA DEGLI ETRUSCHI: DA PIOMBINO A BOLGHERI

Questo percorso si sviluppa in un territorio magico, una striscia di terra in cui si sposano natura, storia e cultura enogastronomica. Si parte dalla bella Piombino e ci dirigiamo verso Montegemoli, Venturina e Campiglia Marittima, interessante borgo medievale dalle origini antichissime. Poi si prosegue in direzione di Suvereto, considerato uno dei borghi più belli d'Italia e famoso per i suoi vini, per poi deviare a sinistra nel cuore della Maremma raggiungendo prima Sassetta e poi Castagneto Carducci. La strada provinciale Borgherese ci porterà ad attraversare San Giusto, per poi arrivare a San Guido e percorrere il celebre viale dei cipressi di Bolgheri. Distanza del percorso: 70km.