LA TECNOLOGIA PROTAGONISTA A LUCCA, CON "LUBEC" 2016

"Qualcosa è cambiato: la Cultura è benessere e crescita". Il titolo dell'edizione 2016 di LuBeC, la nota rassegna sui beni culturali, dice già tutto. Sarà un evento all'insegna del cambiamento, dell'innovazione e l’appuntamento è fissato per il 13 e 14 ottobre 2016 a Lucca, nella consueta e splendida location del centralissimo Real Collegio.
Se si dice innovazione si dice tecnologia, uno dei fattori chiave della rivoluzione in atto nel modo di fare cultura, di valorizzarla, di promuoverla e di fruirne. Samsung Italia e Wikimedia racconteranno al pubblico di LuBeC come le Digital Humanities stanno contribuendo a tutto ciò in un focus che vede la partecipazione di IBAM CNR. Quest’ultimo coordinerà anche il Technolab sulle nuove frontiere della valorizzazione dei Beni Culturali, con addetti al settore che spiegheranno come, ad esempio, la robotica e la realtà aumentata si possano applicare a tale settore. Sullo stesso tema, è in programma anche un altro technolab in cui alcuni degli espositori della rassegna LuBeC Digital Technology presenteranno i progetti che hanno realizzato e le relative tecnologie utilizzate.
La realtà virtuale sarà inoltre oggetto di un workshop, con tanto di dimostrazione “live”, a cura di Vidiemme consulting, in cui saranno mostrate le diverse tecnologie a supporto dell’esperienza di visita museale, con particolare attenzione alle tematiche di inclusione sociale delle persone affette da disabilità.
Questo momento di grande cambiamento e fermento nell'ambito della cultura, sarà analizzato inoltre tramite testimonianze dirette e con focus di approfondimento, fra gli altri, del MiBACT, della Regione Toscana e tramite altri convegni come quello dedicato all’Arte Contemporanea intesa come 'grande attrattore', l’incontro della Rete delle Città della Cultura su innovazione e welfare culturale o ancora l’incontro con i Direttori dei grandi Musei italiani, convegno, quest’ultimo, che chiuderà l’evento 2016. L'iscrizione ai vari convegni è totalmente gratuita e il programma è consultabile sul sito www.lubec.it.
L'edizione del cambiamento è quindi alle porte, la svolta tanto attesa per il settore della cultura sembra finalmente essere arrivata e il fermento che gravita intorno a LuBeC ne è la più evidente testimonianza. Un'occasione da non perdere, due giorni di full immersion culturale verso nuovi orizzonti.