INNOVAZIONE ED ELEGANZA, L'IMPRONTA DI ALESSIO MEONI PER CAVALLERIA TOSCANA

Intervista ad Alessio Meoni, fashion designer di Cavalleria Toscana

Writer: Carlo Alberto Pazienza


DIETRO OGNI MAISON DI SUCCESSO CHE SI RISPETTI, C'È SEMPRE UN FASHION DESIGNER DI TALENTO. Cavalleria Toscana non fa eccezione, perché su ogni giacca, ogni pantalone e su qualsiasi altro capo che esce dalla produzione c'è la firma di Alessio Meoni. Dal 2008 infatti è lui lo stilista a cui Jonathan Sitzia e Alessandro Ambrosino hanno affidato la direzione creativa di Cavalleria Toscana. E se l'azienda in questi anni ha compiuto passi da gigante, proponendo un prodotto mai visto prima sul mercato, il merito è anche delle intuizioni geniali del suo brillante stylist.

Com'è avvenuto l'incontro tra Alessio Meoni e Cavalleria Toscana?
In realtà quasi per caso. Grazie ad una conoscenza in comune sono venuto a sapere che Jonathan e Alessandro cercavano uno stilista che conoscesse il mondo dei cavalli. Il primo incontro credo sia avvenuto per strada: sin da subito rimasi colpito dalle idee che avevano, la convinzione che il mondo dell'equitazione andasse svecchiato. Mancava qualcosa di elegante e di contemporaneo. Il mio primo sforzo è stato quello di capire e conoscere i materiali che venivano usati, la loro vestibilità e soprattutto le esigenze del cavaliere. Partendo da questa imprescindibile filosofia, abbiamo dato vita ad una linea d'abbigliamento tecnica ma elegante. Credo che da questo punto di vista Cavalleria Toscana non sia mai andata fuori dalla sua immagine, mantenendo sempre un'identità ben precisa”.

Quali sono le caratteristiche principali della collezione Primavera Estate 2017?
Per questa collezione abbiamo puntato su materiali estivi, perforati e traspiranti. La struttura è suddivisa in 4 diversi set, ognuno dei quali rispecchia un punto di vista diverso. Ad esempio nel set “Revolution” abbiamo proposto un look total blu, una vera e propria novità nel campo dell'equitazione che da sempre suggerisce colori classici come il fango, il grigio o il cammello. Questa scelta ci sta ripagando, perché oggi siamo noi di Cavalleria Toscana ad indicare lo stile del cavaliere, nello sport come nel tempo libero”.

Qualche anteprima sulla collezione Autunno Inverno che presenterete durante le feste?
La collezione nuova è ispirata al mondo della scherma. In tutti i set c'è sempre un riferimento a questa disciplina: quando è preso dalla maschera, quando dai colletti o dalle protezioni utilizzate dagli schermitori. Anche se molto diversi tra loro, equitazione e scherma sono sport in qualche modo legati: entrambi prevedono una postura da mantenere e una divisa obbligatoria da portare. Nella nostra collezione abbiamo voluto riprodurre proprio questo mood accademico, realizzando capi tecnici con un'immancabile impronta fashion”.


LEGGI ANCHE: Il bello di essere cavalieri - la storia di Cavalleria Toscana

Cavalleria Toscana, esigenza di stile - Il fondatore di Cavalleria Jonathan Sitzia fa il bilancio del 2016