C'È ANCHE UN PO' DI TOSCANA NEI GIOIELLI DAMIANI ISPIRATI ALLA FAMIGLIA ROMANOFF

Nel 2016 Damiani, azienda piemontese con oltre novant'anni di storia ed esperienza nel disegno e la produzione di gioielli, è stata protagonista con l'attrice Nicoletta Romanoff di un inedito ed affascinante viaggio nel tempo, caratterizzato dall'incontro tra la più raffinata tradizione orafa italiana e una delle dinastie più celebri e rispettate della storia: gli Zar di Russia. Un salto spazio-temporale reso possibile grazie alla preziosa collaborazione con una discendente d’eccezione della grande stirpe russa.

Nascono proprio da questo spunto le collezioni Fiocco e Fiori d’arancio, gioielli ispirati ai preziosi della famiglia imperiale e che rivelano tutta l’eccellenza artigianale dei maestri orafi di Valenza, rievocando il fascino leggendario che avvolge i tesori degli Zar. La bella e giovane attrice Nicoletta Romanoff infatti è figlia della Principessa Natalia Romanoff e nipote del Principe Nicolas Romanovič Romanoff, che fu capo della famiglia Romanoff dal 1992 fino al settembre 2014. Quindi, attraverso sua madre, l'attrice è diretta discendente degli zar Nicola I, Paolo I, della celebre zarina Caterina II e di Pietro il Grande. La gloriosa famiglia Romanoff regnò per ben 300 anni sulla grande Russia.

Ma cosa lega questa storia, già interessante di per sé, alla Toscana e quindi al racconto che Must Review propone ai suoi lettori? Beh, che ci crediate o no, gli agganci sono addirittura due. Il primo riguarda proprio il Principe Nicholas Romanov (Romanoff), che oltre essere nonno materno dell'attrice è stato marito della contessa Sveva della Gherardesca, discendente a sua volta di una delle più antiche famiglie italiane. I Della Gherardesca, come abbiamo già raccontato nel servizio/intervista al conte Gaddo (parente alla lontana di Sveva) pubblicato sul secondo numero della nostra rivista, hanno infatti costruito la loro storia nel cuore della Toscana, tra Bolgheri e Castagneto Carducci. La stessa Bolgheri dove il Principe Romanov aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita.

Il secondo collegamento invece si riferisce all'azienda nata nel 1924 a Valenza, pronta a riaprire le porte della sua boutique dopo la profonda ristrutturazione operata nel negozio presente da qualche anno in centro a Firenze, nella prestigiosa De' Tornabuoni. Una data ufficiale ancora non c'è, ma i lavori sono praticamente ultimati e gli spazi della nuova boutique dovrebbero essere inaugurati intorno alla metà di marzo.

Tornando ai dettagli delle due collezioni, il Fiocco è un motivo ricorrente nei gioielli delle corti europee, sviluppatosi a metà del seicento grazie all’impulso di Marie de Rabutin-Chantal, conosciuta con il nome di madame de Sévigné. Fu lei una delle prime donne, alla corte di Francia, ad ornare il devant de corsage con gioielli di diamanti a forma di fiocco. I fiocchi ebbero un tale successo nella corte russa che si diffusero oltre che nelle semplici parure anche cuciti direttamente alle vesti. Damiani ha voluto recuperare questa tradizione creando dei gioielli da giorno in oro rosa e la versione più preziosa in oro bianco incastonato di diamanti. La collezione Fiori d’arancio, invece, rappresenta uno straordinario dialogo in cui l’italianità incontra la tradizione russa. Proprio come quando, nel 1952, a Cannes il nonno di Nicoletta, Nicholas Romanoff, sposò la contessa Sveva della Gherardesca. Durante la cerimonia nuziale la giovane sposa indossava una tiara composta da piccoli fiori d’arancio di cera che adornavano l’acconciatura come un prezioso bouquet. Il fiore d’arancio in Italia è il fiore dedicato per eccellenza alle nozze e per questo motivo la contessa Sveva scelse questa tiara per ornare la pettinatura. Damiani ha realizzato la collezione Fiori d’arancio proprio traendo ispirazione da questo storico e unico esemplare gelosamente custodito da Nicoletta Romanoff. (c.a.p.)


DAMIANI - Fondata a Valenza (AL) nel 1924, Damiani è l'unico brand internazionale che disegna e produce gioielli fin dagli esordi ed è uno dei pochissimi marchi ad essere ancora gestito dai discendenti diretti del fondatore. Leader nel mercato italiano della produzione e commercializzazione di gioielli e di orologi di alta gamma, Damiani è presente in Italia e nel mondo con boutiques monomarca, situate nelle migliori vie del lusso oltre ad una distribuzione selettiva presso i più importanti department stores e negozi multimarca. Nei suoi 92 anni di storia, Damiani è stata pluripremiata ed è l’unica azienda orafa al mondo ad avere vinto ben 18 Diamond International Awards, l'Oscar internazionale della gioielleria, oltre a moltissimi altri premi nel campo del design, dell’imprenditoria e della comunicazione. I gioielli Damiani sono la prima scelta di numerose star, attrici e celebrities come Sharon Stone, Jennifer Aniston, Isabella Rossellini, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow, Sophia Loren, Paolo Sorrentino e Milena Canonero solo per citarne alcuni