donna più longeva d'italia montelupo fiorentino

Toscana da record: abita a Montelupo Fiorentino la donna più longeva d'Italia

Writer: Samantha Ferri


Ha 115 anni e 258 giorni e dell'11 febbraio è diventata la seconda donna italiana più longeva di sempre. Si chiama Giuseppina Projetto, vive a Montelupo Fiorentino e l'unica donna più anziana di lei è stata Emma Morano, che ci ha lasciato nel 2017 all'età di 117 e 137 giorni. Una vita, quella di nonna Pina, che le ha riservato gioie ma anche grandi dispiaceri.

Giuseppina Projetto è nata il 30 maggio 1902 in Sardegna, nell'isola della Maddalena, da genitori di origini siciliane che però perse in tenera età. Fu così che insieme alle quattro sorelle Giuseppina finisce in orfanotrofio ad Ozieri. Qui impara a ricamare e cucire, soprattutto corredi e lenzuola. A 22 anni si sposa con Giuseppe Frau e dalla loro unione nasce il l'unico figlio, Renato.

Per stare con l'adorato figlio la nostra Giuseppina si trasferirà a Montelupo Fiorentino, dove Renato era stato impiegato alla Bitossi. Per Giuseppina arriva un altro grande dolore, subisce la perdita del figlio, deceduto a soli 39 anni nel tentativo di salvare alcuni bagnanti sulla spiaggia di Donoratico.

Da allora la nonnina d'Italia vive con la nuora Giulia e riceve spesso la visita di nipoti e bis-nipoti che la considerano 'una nonna straordinaria'. Certo, gli acciacchi non mancano, ma la signora Giuseppina, che nella vita ha fatto la casalinga, non è mai stata ricoverata in ospedale ed è lucida e felice per il record d'età appena stabilito.

Anzi, quello di nonna Pina è un doppio record: dal 15 dicembre scorso è stata dichiarata Decana d'Europa e terza persona vivente più longeva verificata al mondo, preceduta solo da due giapponesi. La nonnina d'Italia della sua veneranda età pensa ad una svista dall'alto ed in merito ha infatti detto: “Forse il Signore si è dimenticato di me”.

Anche il sindaco di Montelupo Fiorentino, Paolo Masetti si dichiara orgoglioso del traguardo di nonna Giuseppina e dice al riguardo: “Sono molto legato a lei, il suo compleanno fu il mio primo impegno istituzionale da sindaco, ricordo che fu un incontro molto dolce”.

Che il segreto di nonna Pina sia l'aria della campagna fiorentina?