TEMPERATURE IN RIALZO E UN RICORDO NELLA GIORNATA DELLA MEMORIA

di LEONARDO PAOLETTI


Esaurita la fase gelida di natura prettamente invernale, ci accingeremo ad avere un week end improntato alla nuvolosità del sabato, mentre per la domenica dovremmo avere una giornata tutto sommato soleggiata e con temperature decisamente in rialzo con massime prossime ai 12/15 gradi a causa dei venti tiepidi di Scirocco. La brutta notizia é che continuerà il deficit pluviometrico al centro-nord con Alpi e Dolomiti sempre alle prese con la carenza cronica di neve. Erano anni che non si vedevano tali cime cosi desolatamente marroni.

Pillole di saggezza:


Nella giornata "della memoria", non posso esimermi dal ricordare una vergogna che non dovremo mai dimenticare! Conoscere significa capire, capire significa prendere coscienza del piu' grande genocidio che degli esseri umani hanno perpetrato ai danni di loro simili, non dimenticare affinchè questa cosa non possa succedere piu', mai più. In poche righe cercherò con concetti molto semplici e lineari,  di farvi un breve resoconto di ciò che è accaduto in quegli anni molto, molto, vicini a noi.

Olocausto è una parola che deriva dal greco e che significa "bruciato completamente", ma nel significato comune definisce per antonomasia,  lo sterminio, il genocidio di massa attuato dalla Germania Nazista del Terzo Reich, durante la Seconda Guerra Mondiale nel periodo 1939-1945 nei confronti di ben due terzi degli Ebrei europei portando  allo sterminio di ben 6 milioni di persone tra uomini, donne e bambini!!! Avete letto bene: 6 milioni di esseri umani. Lo stesso concetto si può definire con il termine ebraico "SHOAH"  che significa "catastrofe-distruzione". 

A questi decessi  vanno aggiunti un altro paio di milioni di persone uccise e trucidate tra le popolazione dell' Est Europeo (ritenute inferiori), tra cui diversamente abili, matti, omosessuali, rom, per un folle progetto, "la Soluzione Finale", per portare alla purificazione della razza "ariana" , la razza perfetta: bionda, alta e con gli occhi azzurri. Proprio come era Adolf Hitler: piccolo scuro e di modesta cultura.

Ma, come si sa, talvolta  ogni popolo prende delle derive illogiche , irrazionali, inspiegabili. E cosi fu.

Tutto ciò avvenne attraverso strutture appositamente costruite e dedite alla causa, conosciute da tutti come i "Campi di Concentramento" o "Campi di Sterminio". Gli Ebrei di tutta Europa vi venivano deportati in massa, rinchiusi, lasciati senza dignità, senza pulizia, senza cibo per poi essere uccisi principalmente in stanzoni "docciati" che avevano la particolarità di gettare GAS al posto dell'acqua.

Tutto questo avvenne in Germania a causa dell'avvento del Nazismo di Adolf Hitler e del Terzo Reich a partire dal 1933, momento in cui divenne Cancelliere del Reich stesso  all'interno di una coalizione politica che divenne presto un regime dittatoriale.

Il Terzo Reich definisce lo stato Nazista successore storico e logico, del medievale "Sacro Romano Impero" e successivamente dell'Impero Tedesco, quest' ultimo spirato con la fine della prima Guerra Mondiale, contemporaneamente alla sconfitta della Germania ed alla stipula dei trattati di Versailles del 1919 che ne ridimensionavano il suo potere ed i suoi confini.

Ma con il folle macabro visionario quale era Hitler, aveva bramosia di rivincita. Difatti dapprima annesse l'Austria alla Germania e successivamente con l'invasione della Polonia  decreto'  di fatto l'inizio della Seconda Guerra Mondiale contro Francia e Regno Unito. L'Italia, con il dittatore Mussolini ed il suo Fascismo, era diventata di fatto un fido alleato dei nazisti in questa folle sfida al mondo intero, portando di fatto e inevitabilmente alla rovina e alla catastrofe delle 2 nazioni amiche.

Inizialmente l'Unione Sovietica fu un'alleata della Germania finchè Hitler, improvvisamente, non decise di tentare l'invasione della medesima. Per ironia della sorte venne  sconfitto come il precedente dittatore, l' imperatore Napoleone anche lui spinto da attacchi di onnipotenza, a tentare di invadere la terra russa. Anche stavolta il "Generale Inverno" dette "scacco matto"  alle folli mire espansionistiche del dittatore.

Difatti condizioni meteo proibitive decretarono la sconfitta dei 2 eserciti con una perdita in vite umane inaccettabile  che alla fine del Secondo Conflitto Mondiale  toccó la folle cifra di 50 milioni di morti.

Con l'entrata in guerra degli Stati Uniti e con l'occupazione di Berlino il 2 maggio 1945 da parte dell'Unione Sovietica, di fatto  si concluse la guerra e la vita di Hitler, suicidatosi codardamente, nei bunker berlinesi prima di essere catturato dai sovietici.

Qui, ho cercato di sintetizzare fatti e avvenimenti affinchè chi, di memoria corta o per chi invece, ne aveva sentito parlare solo vagamente, possa  avere un'idea chiara e precisa  di questo vergognoso massacro dell'Olocausto e della terribile catastrofe della seconda guerra mondiale che portò alla morte, è bene ribadirlo, di 50 milioni di persone...

Albert Einstein disse: "non so come si combatterà la terza guerra mondiale, ma so senza dubbio come avverrà la quarta: con sassi e clave..."

Ricordatevi: ricordare per non dimenticare. Affinchè non accada più,  mai più.