SECONDO LONELY PLANET È A FIRENZE IL QUARTIERE PIÙ COOL AL MONDO

Firenze meglio di Dubai, Seul e persino New York. Non è un nostro delirio di onnipotenza o eccessivo patriottismo, ma la classifica stilata dai lettori di Lonely Planet, casa editrice australiana che diffonde guide in tutto il mondo, a proposito dei 10 quartieri più "cool" al mondo.

"Sulla sponda meridionale del fiume Arno di Firenze - si legge sulla guida - , il quartiere di San Frediano innalza nuova vita nell'area di Oltrarno, conosciuta più per i suoi artigiani che per l'appellativo di hipster. Con le sue strette stradine e piccoli marciapiedi, tutto il divertimento è racchiuso tra una delle antiche porte antiche della città e Borgo San Frediano". Per raggiungerlo s'attraversa il Ponte Vecchio e in pochi minuti di cammino si arriva in Oltrarno (chiamato dai fiorentini anche “diladdarno”). Qui l'atmosfera è davvero speciale: il caos turistico quasi sparisce, i palazzi e le strade si rimpiccioliscono, le vetrine luccicanti dei grandi marchi e le lussuose hall degli alberghi a 5 stelle lasciano spazio a botteghe artigiane, ristorantini e caffè dall'aria meno turistica e più autentica. Non mancano i classici negozi di quartiere: il fornaio, la macelleria, la mesticheria. San Frediano è un quartiere ancora residenziale che vanta tesori artistici come la basilica di Santa Maria del Carmine, la chiesa di Santo Spirito e quella del Cestello, che ha preso il titolo di “chiesa di San Frediano” quando, alla fine del Settecento, fu distrutta la parrocchia che sorgeva all'angolo con piazza del Carmine. Di tutto questo, però, Lonely Planet non parla.

L'articolo si concentra più che altro sui locali, i cocktail e sull'offerta gastronomica che qui si può trovare. Vengono citati infatti il Gesto, il Mad-Souls & Spirits ("Qui i fiorentini si affollano per provare le pozioni sognate dagli alchimisti di culto") e il Kawaii, primo sake-bar italiano. Nel pezzo si precisa anche che l'Oltrarno è “conosciuto per i suoi artigiani”. In effetti resistono ancora  laboratori orafi e di mosaico, produttori di lampade e cornici, atelier di restauro e antichità, botteghe per la lavorazione del ferro battuto, stampatorie, rilegatorie e rivenditori di oggetti vintage.

Nella classifica sul podio troviamo il Seongsu-dong di Seoul e il Triangolo di Lisbona. Citati anche il Vesterbro di Copenhagen, la Business Bay di Dubai e il Sunset Park di New York.


Foto copertina: ctj71081