PCMC RADDOPPIA: INAUGURATI I NUOVI STABILIMENTI A FORNACI DI BARGA

A quasi cent’anni dalla sua nascita, la Paper Converting Machine Company Italia (PCMC), azienda leader nella progettazione e realizzazione di macchinari per la trasformazione della carta, ha compiuto un ulteriore e significativo passo in avanti. Mercoledì 12 ottobre scorso infatti l'azienda multinazionale con base europea a Decimo (LU) ha inaugurato la nuova sede a Fornaci di Barga.

Una festa cominciata al mattino con l’intitolazione della via dove sorgono i nuovi impianti produttivi a William Austin Chapman, fondatore del gruppo Barry-Wehmiller di cui Paper Converting fa parte, e proseguita, in serata, con la partenza da Lucca del treno a vapore arrivato, dopo un suggestivo viaggio lungo la via ferrata che percorre la Valle del Serchio, alla stazione di Fornaci carico di ospiti pronti a partecipare con entusiasmo alla grande festa conviviale organizzata in azienda. Un viaggio altamente simbolico che parte dal passato proiettandosi nel futuro e dove il carico umano e il clima di condivisione respirato nel percorso assume il valore più elevato, principio cardine per raggiungere la meta prefissata: il lavoro visto come crescita e realizzazione personale.

I nuovi stabilimenti di Fornaci di Barga comprendono tre edifici. Uno per le macchine che ospiterà fino a 4 linee di converting che potranno essere collaudate contemporaneamente, per una capacità produttiva di 36 linee l’anno. Uno per gli uffici dei dipendenti che si occupano di amministrazione, produzione, vendita (dove avrò luogo la grande festa di inaugurazione di mercoledì prossimo per i dipendenti e gli ospiti da tutto il mondo). Uno per il magazzino, che sarà aperto a seguire. Nel complesso, le superfici sono così distribuite: 12mila metri quadrati di aree produttive, 800 di uffici, 1.700 di magazzini, oltre a sale riunioni, spogliatoi e zone relax per il personale.

Da quando l’azienda, 8 anni fa, ha cambiato la sua filosofia di gestione con il presidente Sergio Casella, il fatturato non solo è raddoppiato, ma ha superato i 50 milioni nel 2016 e punta ai 60 milioni nel prossimo anno.L’azienda ha 115 dipendenti e un indotto di circa 500 addetti e punta a fare trasferire le aziende con cui lavorano nelle vicinanze del nuovo stabilimento. Pcmc fa parte del gruppo Americano Barry-Wehmiller Companies, Inc., (St. Louis, Missouri), che con oltre 5000 dipendenti è leader mondiale nella fornitura di tecnologia per la trasformazione di carta e cartone, tecnologia per il confezionamento, e di consulenza e servizi ad un ampio spettro di industrie.