borgo san frediano Firenze

Alla scoperta di Borgo San Frediano, il quartiere più cool al mondo

Writer: Samantha Ferri Ph: Marina Denisova


Situato Oltrarno, si giunge in Borgo San Frediano dopo aver attraversato Ponte Vecchio, con pochi minuti di
cammino sulla riva sinistra dell’Arno. Ci troviamo così nel rione residenziale di Santo Spirito-San Frediano. Entrando in queste stradine incantate, il visitatore si lascia alle spalle le strade affollate e caotiche del centro storico fiorentino, con le sue vetrine scintillanti, gli hotel e i locali di lusso, per dare invece il benvenuto a un suggestivo borgo, ricco di botteghe artigiane, piccole attività, boutique, ristoranti e bar dall’aria più autentica.

È questo ad aver affascinato la Lonely Planet che ha stilato la classifica dei rioni più cool del globo, affidandosi ai loro esperti, girovaghi in tutto il mondo. Il compito di questo dieci fidati collaboratori, era quello di scovare il quartiere più “cool”, prima che diventasse troppo grande e turistico. Hanno scelto San Frediano. Cosa li avrà colpiti?

LE STRADINE DI VASCO PRATOLINI

Le stradine strette, gli angoli e le piazze più nascoste della città, le 800 botteghe artigiane dell’Oltrarno, i gioielli architettonici come la basilica di Santa Maria del Carmine (con la Cappella Brancacci affrescata da Masaccio), la chiesa di Santo Spirito (opera del Brunelleschi che al suo interno custodisce un crocefisso realizzato dal giovane Michelangelo) e quella del Cestello, che a fine Settecento prese il nome di “chiesa di San Frediano”.

Oppure sarà stata l’aria da “vecchia Firenze” che qui si respira, quella che lo scrittore del secondo ‘900 Vasco Pratolini aveva raccontato ne “Le ragazze di San Frediano” nel 1949.

Proprio qui passeggiando di giorno puoi vedere gli artigiani lavorare con pochi attrezzi e soprattutto con le loro mani, mentre cesellano una cornice, colano l’oro negli stampi dei bracciali, restaurano un mobile antico, plasmano il ferro battuto, offrono ai clienti tovaglie ricamate a mano e libri d’epoca rilegati in pelle.

SE HAI FAME (o sete)?

Se hai fame ti puoi immergere in una offerta enogastronomica con un attento mix tra tradizione e innovazione, arricchito con originalità e un pizzico di follia. Sul meglio della San Frediano notturna i critici di Lonely Planet non hanno avuto dubbi e citano nel loro articolo tre locali che sono delle vere chicche.

Il primo è Gesto, tapas bar e ristorante situato al 27/R di Borgo San Frediano. In questo open space con mattoncini gesto firenzerossi a vista e arredo vintage, si serve del finger food da leccarsi le dita. Piccole porzioni di lasagne al ragù, cannelloni ripieni e fettine di carpaccio, e ancora tapas spagnole come le croquetas e le albondigas, fino ai piatti della tradizione fusion come sushi (servito dentro ai tacos messicani) e chirashi, senza tralasciare i dessert monoporzione come i mini bomboloni farciti alla crema.

Più avanti, in Borgo San Frediano 36/R, troviamo Mad Souls & Spirits, che si autodefinisce “il Cocktail bar più pazzo d’Europa e Micronesia”. Infatti, se capitate in questo locale per ordinare il classico spritz o il trito e ritrito vodka alla pesca con bevanda energetica, sappiate che siete entrati nel posto sbagliato. Qui i barman Neri Fantechi e Julian Biondi scatenano la loro fantasia con creazioni d’autore, da bere in particolarissime tazze di rame. Come il Losco Mule: base di Gin, succo di lime e Schweppes Ginger Beer.

Assolutamente unico, il terzo e ultimo locale citato dalla Lonely Planet. Si tratta di Kawaii, situato al numero 8/R di Borgo San Frediano. È il primo Izakaya o sake bar di Firenze. L’atmosfera del locale è calda e accogliente, grazie a piccoli tavolini con candele accese e i soffici cuscinetti per sedersi. Il menù comprende specialità giapponesi come il donburi di anguilla e la zuppa di shirataki (spaghetti di konjac con pochissime calorie), accompagnati da bicchierini di sake, da gustare caldo o freddo, o da cocktail creati con i distillati del Sol Levante, come il Midori Julep. Punto forte di questo locale restano i bao bun, piccoli panini da farcire a scelta del cliente. Assolutamente sfiziosi. Insomma, la vera experience fiorentina ci aspetta diladdarno.

App e libri

Curiosi di scoprire altre novità su San Frediano e sui limitrofi quartieri di Porta Romana, Santo Spirito e San Niccolò? Dal Comune di Firenze e le associazioni di categoria sono state lanciate la App “Oltrarno su Misura” e una guida cartecea di 280 pagine con le foto scattate da Dario Garofalo.