DA MANAGER A IMPRENDITRICE AGRICOLA: LA STORIA DI DANIELA

Nell’epoca in cui i giovani laureati disoccupati scappano dall’Italia in cerca di nuove opportunità, c’è chi invece preferisce rinunciare ad un offerta all’estero e reinventarsi per stare vicino alla propria famiglia. E’ la storia di Daniela Daniele, 41enne pratese che dal 2013 ha deciso di “mollare tutto” e concentrarsi unicamente sulla sua azienda agricola. Qualche anno prima si era trovata di fronte a un bivio: lavoro all’estero o famiglia. E nonostante la laurea in economia ha scelto di seguire la seconda strada. Non solo portando avanti il complicato ruolo di mamma e moglie a tempo pieno, ma anche trasformando i terreni della famiglia del marito Sergio in un’ oasi di bontà e genuinità. Partendo con un paio di cassette di api, il podere di famiglia e un orticello, in poco tempo Puro Carmignano, questo il nome della farm che si estende per una decina di ettari nel cuore delle colline medicee, è diventata una vera e propria azienda agricola con oltre 1000 piante di olivo, una colonia di circa 60 arnie, alberi da frutto ed un orto un po’ più vasto che forniscono le materie prime per una ricca produzione. A Daniela va il merito di aver riscoperto l’antichissima ricetta dell’agresto, una sorta di aceto particolarissimo fatto con mosto d’uva acerba biologica e cotto con spezie, cipolla e aglio, rigorosamente coltivati nel suo orto.