WINE TV: LA PRIMA TELEVISIONE INTERAMENTE DEDICATA AL VINO

Writer: Carlo Alberto Pazienza


Ogni singola bottiglia di vino contiene un intreccio di storie diverse. Quella della sua terra, che l'ha cullata e respirata. Quella del suo produttore, che l'ha ideata e ne ha seguito la trasformazione nel corso del tempo. Quella delle mani che l'hanno plasmata rendendola unica. Storie di passione, impegno e lavoro che meritano attenzione e rispetto. E che, soprattutto, meritano di essere raccontate. È da questo spunto che nasce Wine Tv, la prima televisione dedicata ad uno dei prodotti simbolo del nostro paese, che ha come obiettivo dare la voce al mondo del vino e far arrivare a più persone possibili i suoi valori, le sue storie, le sue vite.

Un progetto tutto toscano che nasce dall'idea di Cristiano Cini, ristoratore e sommelier aretino, in collaborazione con Atlantide Adv, agenzia di comunicazione e marketing di Arezzo specializzata in produzioni video da oltre 20 anni. “Tutto è nato poco più di 10 mesi fa – racconta il direttore del progetto Cristiano Cini – i responsabili di Atlantide Adv, due miei amici d'infanzia, 5 anni fa hanno dato vita ad Italian Fishing Tv, un canale tematico dedicato alla pesca e trasmesso sul canale 811 di Sky, che in poco tempo è diventato punto di riferimento nel settore. L'idea è stata quella di replicarlo: abbiamo fatto uno studio approfondito di tutti i possibili sbocchi e sviluppato una programmazione credibile. Abbiamo chiuso l'accordo con Sky e siamo già in onda sul canale 815, ma il vero palinsesto partirà ufficialmente dal 2017”. Tra i format più interessanti svelati in anteprima c'è “A cena con”: una chiacchierata informale con produttori, enologi o personaggi legati al mondo del vino; “Wine tv racconta”: la narrazione di un vino con semplicità, attraverso un linguaggio diretto e privo di eccessivi tecnicismi; “Easywiner”: in sella ad un Harley Davidson alla scoperta di enoteche, wine bar e locali. La caratteristica principale di Wine Tv è quella di essere un progetto crossmediale, basato cioè sulla sinergia tra diversi mezzi di comunicazione.La tv resta senz'altro il mezzo di comunicazione più potente e per funzionare deve avere contenuti di grande qualità– conclude Cristiano – ma Sky è solo la punta di diamante del nostro progetto, che si sviluppa anche sul web e sui social network. Quello che cercheremo di fare è svecchiare il modo di raccontare il vino. Con un messaggio vero, sincero e soprattutto emozionale”.