SATURA, IL LABORATORIO DEL GUSTO ALLE PORTE DI LUCCA

di Giacomo Bernardi

Un'onda rivoluzionaria ha investito la ristorazione lucchese negli ultimi mesi. Si chiama Satura e non è che una vecchia fabbrica di ceramiche convertita dal noto chef Cristiano Tomei in un ristorante innovativo. Un grande capannone nella prima periferia di Lucca, completamente restaurato e modernizzato che, in pochi mesi, è diventato un vero e proprio punto di riferimento per i cultori del buon cibo e delle novità culinarie. Già, perché Satura non è solo un ristorante, ma anche un fornitissimo mercato che ogni giorno, dalle 10 fino a mezzanotte, invade il ristorante di via Nazario Sauro con banchi di eccellenze locali e prelibatezze. Dalla frutta fresca alla verdura, dalla rinomata pasticceria Patalani alle conserve della Maestà della Formica, fino ai salumi e alle carni della macelleria Masoni, solo per citarne alcune. Ma le offerte del mercato di Satura non finiscono qui. Utensili per contadini, pasticceri, selezionatori di formaggi, pescatori e cercatori d'erbe contribuiscono, sotto l'attenta guida di Tomei, alla creazione di un vero e proprio laboratorio del gusto. I pranzi e le cene sono curati in prima persona dallo chef, che ha lavorato e tuttora collabora con L'Imbuto, il rinomato ristorante stellato. Idee nuove, cibo fresco e di qualità, eterno movimento. Questo è Satura, qui niente è fermo. Le proposte spaziano dalla trattoria all'aperitivo esclusivo, con un bancone per i cocktails guidato da professionisti del settore che sperimentano e coinvolgono i clienti. Il tutto impreziosito da un'enoteca di primissimo livello. E i prezzi? Popolari, proprio come si conviene all'identità di Satura, il mercato-ristorante dove si crea cibo e se ne gode. Tutto il giorno, tutti insieme.

SaturaVia Nazario Sauro 513, Lucca - 058348182