SAPERI E SAPORI 2.0: LO STORICO MEETING CULINARIO A VILLA ROSPIGLIOSI

Writer: Giacomo Bernardi


'Saperi e Sapori', lo storico meeting culinario, torna a rivivere e lo fa in una versione 2.0, con una nuova formula e moltissime novità. Il grande festival, ideato dallo chef Igles Corelli nel 1989, è stato fino al 2003 la principale occasione a livello nazionale di incontro e confronto fra i migliori chef italiani e i nuovi talenti emergenti della nostra cucina. Quest'anno, dal 17 al 19 ottobre, torna a grande richiesta la tanto attesa riedizione. Si svolgerà al ristorante di Atman di Villa Rospigliosi, a Lamporecchio, dove Igles Corelli è approdato ormai da qualche tempo, in una delle più belle dimore storiche del ’600. 

Un evento gastronomico unico, che ha da sempre come obiettivo il dialogo fra i grandi cuochi, un'opportunità di confronto per aprirsi a nuove suggestioni e collaborazioni straordinarie, ma anche uno strumento per sperimentare, superando i confini della propria creatività e fantasia. In questa riedizione,Saperi e Sapori si rinnova per una versione di tre giorni che ha come tema:“Ti salva il selvatico – In cucina, nei campi, nei boschi, nei fiumi e nei mari”. Ogni sera pietanze di selvaggina, cucinate da quindici chef stellati per un menù di cinque portate, accompagnate da cinque diversi vini.

Come di consueto nomi altisonanti si alterneranno nella tre giorni di Saperi e Sapori, che negli anni ha ospitato chef illustri provenienti da tutta la penisola, ma anche da Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e Svizzera. Si parte lunedì 17 ottobre, quando saranno protagonisti Mauro Uliassi, con Fondente di patata dolce con tartufo nero e colombaccio abbinato a un Barbaresco Gallina 2012 di Lequio, Peter Brunel con Il cinghiale in cinta abbinato a un Chianti Rufina 2009 di Cerreto Libri, Roy Caceres con l’Antipasta abbinata a un Côtes Catalanes Horizon Rosé 2014, Domaine de l’Horizon, Philippe Léveillé con Confit di coscia d’anatra al miele, aceto balsamico tradizionale e pepe del Madagascar abbinato a un Saint Emilion Grand Cru La Dame De Onze Houres 2012, Domain de Valmengeaux e Aurora Mazzucchelli con La lepre e l’uva, abbinato a un Recioto della Valpolicella ammandorlato 2011 di Corteforte.

Martedì 18 è invece la volta di Stefano Baiocco con Tiramisù di porcini, abbinato a un Fiano di Avellino Pietramara et. Nera 2013 de I Favati, Fabrizia Meroi con Raviolo di patate tipico al camoscio abbinato a un Venezia Giulia Malvazija 2012 Skerk,Francesco Sposito con Ricordo di zuppa forteabbinato a un Sevennières-Chenin Chamboreau 2010 Domaine FL,Alessandro Gravagna con Il cervo, la trota dell’Isonzo e il pistacchio abbinato a un Boca 2007 di Le Piane e Loretta Fanella con Viola come una viola e un mirtillo abbinato a un Aleatico di Gradoli 2014 Montemaggiore Occhipinti.

A chiudere l'evento, la grande serata di mercoledì 19 con Fulvio Pierangelini con Gambero rosso abbinato a un Cotes Catalanes Horizon Blanc 2014 di Domaine de l’horizon, il padrone di casa Igles Corelli con Risotto di caccia, gelato al parmigiano abbinato a un Venezia Giulia Ograde 2012 Skerk, Salvatore Tassa con Dalle Alpi alle Piramidi - il cervo prende l’orient express, abbinato a un Dolceacqua 2015 di Rondelli, Gianfranco Vissani con Confusion abbinato a un Caiarossa 2009 dell’omonima cantina e Mauro Gualandi con Le visciole in carrozza di mandorle abbinato a uno Champagne Blanc de Noir Brut Louis Nicaise.

11

Saperi e Sapori | Lamporecchio (Pt) | Atman a Villa Rospigliosi | via Borghetto, 1 | dal 17 al 19 ottobre | www.saperiesapori.events