Salotto del vino e del verde a Montecarlo, l'eccellenza è servita a tavola

Con la chiusura della 50° Festa del Vino di Montecarlo, si è conclusa anche l’edizione 2018 del Salotto del Vino e del Verde, manifestazione enogastronomica andata in scena nella splendida cornice del giardino dell’Istituto Pellegrini-Carmignani, nel centro del paese. Per sette serate un pubblico ristretto ha potuto assaggiare i piatti della tradizione lucchese, preparati dai migliori chef del territorio, abbinati ai vini Montecarlo DOC prodotti dalle aziende vinicole della piana. 

NUMERI: L’evento ha fatto registrare il tutto esaurito in ogni appuntamento, per un totale di circa 500 persone messe a sedere, oltre 2.000 piatti serviti e altrettanti calici di vino riempiti. Un lavoro mastodontico reso possibile grazie all’impegno di tantissimi attori coinvolti: il Comune e la Proloco di Montecarlo, le aziende vinicole del Consorzio del Vino Montecarlo DOC, i ristoranti e i fornitori, ma anche la Fisar Montecarlo e l’AIS di Lucca. 

“Alla sua nona edizione Il Salotto del Vino e del Verde si consacra come evento di eccellenza nella cinquantennale festa del vino - afferma il Sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi -. Già esaurite prima dell’avvio, le serate testimoniano il successo dell’iniziativa e della formula, che prevede l’abbinamento dei vini di Montecarlo con i prodotti tipici preparati dai più rinomati chef del territorio, rispondendo così alla domanda di qualità sempre più esigente del pubblico”. “Tale ottimo risultato, tuttavia non deve essere considerato un traguardo finale - aggiunge l'Assessore al Turismo Angelita Paciscopi - per le prossime edizioni sono in programma nuove sfide: il Salotto potrà e dovrà crescere ancora per raggiungere un pubblico sempre più vasto, un livello di qualità sempre maggiore ed un interesse ed una risonanza sempre più estesa. Abbiamo, inoltre, intenzione di rinnovare il livello culturale della manifestazione con la presenza di grandi ospiti non solo in ambito enogastronomico ”. 

I PRODOTTI DI ECCELLENZA: L’evento ha permesso ai presenti di assaggiare i migliori prodotti locali e regionali. Dai micro green dell’azienda l’Ortofruttifero ai peperoncini Mr Pic dell’azienda agricola Carmazzi, dal pesce toscano dell’iImpresapesca Coldiretti ai prodotti tipici della Garfagnana come la trota e il farro, passando per il fagiolo di Sorana, il pane di Altopascio, il prosciutto Bazzone o i salumi del Salumificio D’Antraccoli. Fondamentale il contributo dei ristoranti che hanno partecipato all’iniziativa: Serendepico, Forassiepi, Syrah, Osteria Martinelli e Casta D’Uva, senza dimenticare le serate con protagonisti Gianluca Pardini (International Academy of Italian Cuisine) e Eat Valley di Ghivizzano.