La paella più buona del mondo è toscana

La paella più buona del mondo è toscana. Il merito è di una coppia di giovani sposi di Monsummano (Pistoia):  Matteo Ercolini Veronica Lazzaro che da 3 anni con il loro «Patatruck» in giro per il mondo fanno assaggiare una vera e propria delizia alle più importanti rassegne di street food. Un grande successo, figlio dell'impegno e della grande professionalità di questi ragazzi che, oltre al lavoro, si sono regalati anche il sogno del matrimonio. Una meravogliosa storia, quanto la loro paella.

Una paella favolosa quella di "Patatruck" che si può gustare insieme insieme ad piatti di tradizione spagnola quali tapas, frittura di pesce e i churros,  tipici dolci fritti iberici inzuppare nel cioccolato caldo.

Matteo e Veronica si sono infatti aggiudicati il primo premio della 29esima edizione del «Concurso internacional de Paella callejera sobre ruedas» che si è tenuta a Tarragona.

«Dobbiamo ringraziare anche il nostro maestro, lo chef Rafa Vidal, che ci ha insegnato i segreti di questo piatto alla scuola internazionale di paella. Ci siamo aggiudicati, oltre al premio, anche 2000 euro da investire nella nostra attività”.

Matteo Ercolini si è diplomato all'istituto alberghiero Martini di Montecatini e la moglie Veronica ha fatto il liceo linguistico a Pescia, insieme hanno cominciato questa avventura tre anni fa proprio dall’edizione dello street food di Monsummano.

«Ringrazio questi ragazzi, non solo come sindaco della città, ma anche come Presidente della Provincia – ha dichiarato il Presidente della Provincia Rinaldo Vanni – trasmettono un bel messaggio agli altri giovani che vogliono raggiungere i loro sogni con impegno, istruzione e formazione”.

LEGGI LA STORIA DI MATTEO E VERONICA