Sun Li Wei must review

One Night in Beijing, drink e food per una vera esperienza fusion

Writer: Elisabetta Failla Ph. Gianni Ugolini


Sun Li Wei è il “regista” della cucina di One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant, il ristorante che propone piatti di cucina orientale. 38 anni, nato in Cina, a dieci anni si trasferisce a Vienna dove poi ha aperto il suo ristorante Küche 18. Adesso ha accettato di tuffarsi in questa nuova avventura fiorentina guidando la brigata di cucina del nuovo ristorante orientale.

Perché il ristorante si chiama One Night in Beijing?
Il nome si ispira al titolo di una famosa canzone, interpretata qualche anno fa dal gruppo cinese degli Shin, che fonde il canto tradizionale tipico dell’opera cinese con il rock contemporaneo. One Night in Beijing narra di una storia d’amore nell’affascinante atmosfera della notte di Pechino. E lo stesso fascino che vorremmo che i nostri ospiti possano ritrovare nel locale dove è possibile passare il tempo in relax degustando piatti raffinati o semplicemente bevendo un drink lasciandosi sedurre dallo charme orientale.

Che tipo di cucina viene proposta?
Proponiamo una cucina orientale che si ispira a quella della tradizione cinese, giapponese, vietnamita e thailandese reinventata in stile contemporaneo per soddisfare una clientela sia italiana che orientale e internazionale. I piatti rispettano la stagionalità, la freschezza e la qualità delle materie prime, realizzati con abbinamenti talvolta sorprendenti e estremamente curati nella presentazione. Una cucina fusion proprio perché i nostri chef provengono da differenti regioni e i loro piatti sono un sapiente mix di tradizione e innovazione. Tutti i piatti sono preparati dai nostri chef compresi i vari tipi di pane e di pasta rigorosamente fatti in casa. Il nostro menu comprende anche piatti vegetariani, vegani, per celiaci o altri tipi di allergie alimentari. A pranzo offriamo un menu fisso mentre per la cena si sceglie à la carte. A piano terreno c’è anche il Sushi Restaurant. In un ristorante orientale il sushi non può mancare. In menu abbiamo una selezione uramaki, nigiri, sashimi e sushi gunkan proposti con ingredienti nuovi ma consiglio anche i carpacci di carne e di pesce.

Che vini abbinare ai vostri piatti?
La carta dei vini segue la stagionalità dei piatti e comprende circa 45 etichette tra vini toscani, italiani e esteri suddivisi in vini rossi, bianchi, rosé e bollicine italiane e francesi prodotti da aziende vitivinicole più blasonate e conosciute senza dimenticare alcune proposte con un buon rapporto qualità – prezzo. Nel ristorante c’è anche il Cocktail Bar, che accanto ai cocktail più tradizionali propone quelli di ispirazione orientale per scoprire i sapori e i profumi d’oriente grazie alla presenza di spezie tipiche come lo sciroppo di Sichuan, lo zafferano oppure lo zenzero.

Il ristorante

Un crocevia di culture e di cucine orientali ma anche un ponte tra il passato, il presente e il futuro di un luogo storico di Firenze.

Questo è One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant situato in un edificio storico di Firenze, la Rotonda dei Barbetti, costruito nel 1840 che da allora è stata sede espositiva, laboratorio di intaglio ed ebanisteria della famiglia Barbetti che acquistò nel 1863. Nel tempo l’edificio a forma circolare diventò sede di differenti attività.

Ancora oggi la struttura originaria dell’edificio è ben visibile: dalla struttura in metallo posta sia al piano terra che al primo piano, che sostiene la balconata, al lucernario. Elementi che ben si integrano con gli interni contemporanei e che identificano ogni piano del locale.

I dettagli orientali sono stati inseriti con leggerezza ben amalgamandosi con la contemporaneità dei rivestimenti e dell’arredo e con i richiami antichi della struttura. Si riconoscono nei mosaici che abbelliscono la scala che porta al secondo piano e nella parte centrale della balconata e nelle foglie di loto sul soffitto.

One Night in Beijing Fusion Bar & Restaurant: Rotonda dei Barbetti, Via il Prato 14/r, Firenze
055.2608885 - ristorante@onenightinbeijing.it