MASAKI KURODA PROTAGONISTA DEL REALITY TOP CHEF


Si è conclusa ad un passo dalla fi nale l’avventura di Masaki Kuroda, chef di origini giapponesi del ristorante Serendepico di Capannori (LU), nel reality Top Chef Italia andato in onda su Canale 9 dal 14 settembre al 2 novembre scorso. Il programma, format nato negli Stati Uniti ed esportato in 18 paesi, metteva di fronte 15 chef professionisti, molti dei quali alla guida di cucine di successo, in un vero e proprio talent show culinario per per otto settimane. Obiettivo: vincere il titolo di primo Top Chef italiano e 50mila euro. A giudicarli una giuria stellare (in tutti i sensi): Annie Féolde dell’Enoteca Pinchiorri (3 stelle Michelin), Mauro Colagreco del Mirazur (due stelle), Moreno Cedroni del Madonnina del Pescatore (due stelle) e Giuliano Baldessari dell’Aqua Crua (una stella). La vittoria fi nale è andata al milanese Matteo Fronduti, mentre Masaki si è dovuto accontentare dell’eliminazione in semifinale. Un’esperienza comunque positiva per il 34enne cuoco nipponico, che ha iniziato la sua avventura carriera tra i fornelli alla Scuola di Cucina di Gianluca Pardini a Lucca. Dopo aver girato l’Italia da Nord a Sud ha fatto ritorno a Lucca: prima come stagista al Butterfly e poi al Serendepico dove, dopo anni di gavetta, ne è diventato chef e poi proprietario con Sabrina e Silva.