IL LUSSO DELLA TAVOLA: DA LIVORNO IL TORTELLO D'ORO DI VALERIO CHIESA

Writer: Giada Bertolini


IL 28 novembre al teatro Goldoni di Livorno è stato presentato dal "Pastificio Chiesa" un prodotto innovativo nel settore del luxury foods: “The King Gold", il tortello rivestito in oro alimentare a 23 carati. Valerio Chiesa, proprietario del pastificio nato nel 1969 dall’idea dei nonni Giuseppina e Ivo con sede nell'ottocentesco Mercato delle Vettovaglie di Livorno, lavora da sei anni alla realizzazione di questo ambizioso progetto. Il maestro pastaio ha voluto creare un articolo unico nel mercato della pasta alimentare destinato alle lussuose tavole dei super ricchi. Il Girasole, come lo ha soprannominato il suo ideatore, non è solo sfarzosità, la meticolosa selezione degli ingredienti e la cura di ogni particolare lo rendono un prodotto artigianale di alta qualità dedicato ai palati più fini. La preziosità non si ferma solo al rivestimento d'oro, è il ripieno formato da foie gras, ricotta e tartufo nero Prestige a rendere il tortello una vera prelibatezza. L'aggiunta dello zafferano abruzzese nell'impasto contribuisce all'effetto dorato, che si mantiene anche dopo la cottura, e al particolare gusto. Il ripieno potrà comunque variare a seconda dei gusti e delle esigenze degli acquirenti ma sarà sempre preparato con ingredienti selezionati e genuini, marchio di fabbrica del pastificio. Niente è lasciato al caso, anche le scatole per le spedizioni saranno interamente fatte a mano e le dimensioni dipenderanno dal numero di tortelli richiesti in modo tale che la pasta arrivi a destinazione integra e mantenga la sua perfetta forma ovale. Ogni tortello costa dai 250 euro in su a seconda del paese estero dove il prodotto verrà spedito. Le prenotazioni partiranno da febbraio e la spedizione è prevista in tutto il mondo. I primi di gennaio il Girasole sarà presentato nel Principato di Monaco al principe Alberto e poi ad Dubai, le due località simbolo del mercato del lusso al quale il  tortello di Valerio aspira.

Un pasta così ricca a quale ricetta si può abbinare? “The King Gold" va servito semplicemente con del burro fuso in modo da vedere l'oro che brilla nel piatto. Valerio con questo suggerimento recupera la tradizione culinaria della sua città, conosciuta per piatti popolari e poco costosi come il cacciucco e la torta di ceci. L'attività di Valerio Chiesa è un'istituzione in città da più di 40 anni, ma è anche conosciuta a livello internazionale. La famiglia di pastai nel 2012 è stata invitata da Alberto II di Monaco alla Corte di Montecarlo e per l’occasione è stato realizzato un tortello in sfoglia rossa e bianca, in onore dei colori del Principato di Monaco, con lo stemma della famiglia Grimaldi e ripieno d’aragosta. Nel 2013, in occasione dei festeggiamenti per i sessant’anni di Regno, per la Regina Elisabetta sono stati preparati i girasoli con ripieno di aragosta. Però la creazione a cui Valerio Chiesa è più legato è il tortello di pasta bianca all'astice che ha consegnato personalmente a Papa Francesco. Oltre alle creazioni "speciali" ogni giorno il il laboratorio della famiglia Chiesa produce tantissime specialità per i suoi affezionati clienti con pasta fatta a mano dalle forme e ripieni particolari adatti ad ogni palato: agnolotti, tortellini, chicche, ravioli e tagliatelle. Una bella storia toscana di successo per una famiglia che ha tramandato di generazione in generazione un mestiere antico e fatto conoscere la propria arte anche fuori dai confini dell'Italia grazie al sacrificio, alla creatività e alla voglia di innovazione. Ancora una volta il made in Tuscany esporta un prodotto d'eccellenza: la pasta, un'icona del nostro Paese e sinonimo di tradizione e qualità. Livorno dunque è pronta a conquistare le sontuose tavole dei più ricchi con il tortello d'oro.