GAMBERO ROSSO PREMIA IL GELATO ITALIANO: IN TOSCANA 5 GELATERIE AL TOP

I coni come le stelle. Anche il gelato ha la sua guida d'eccellenza e a stilarla non poteva che essere Gambero Rosso. Presentata all'ultimo Sigep di Rimini, la fiera internazionale dedicata agli operatori di gelaterie, pasticcerie e panificazionia abbinate al caffè, "Gelaterie d'Italia 2017" contiene le migliori 300 delle oltre 37mila gelaterie presenti nel nostro Paese, di cui solo 36 in grado di aggiudicarsi il massimo riconoscimento: i tre coni. Gli ispettori del Gambero Rosso hanno assaggiato e assegnato i coni, da uno a tre, a seconda del grado di bontà. Con alcuni punti fermi: nessuna deroga sulla materia prima, a cominciare dal latte, rispetto del territorio e della stagionalità per un prodotto che sia sano oltre che buono. La regione che registra il più alto numero di tre coni è l’Emilia-Romagna con sette, seguita dalla Lombardia e dalla Toscana con cinque segnalazioni, poi Piemonte e dal Lazio con tre.

Nella nostra regione due gelaterie al top si trovano a Firenze: la Carapina in Piazza Oberdan, guidata dal vulcanico Simone Bonini, che propone il gelato gastronomico, con gusti come il "Castagnaccio", il "Gelato all'olio extravergine di oliva toscano" o il "Fresco Carapina", con latte, panna e foglie di menta pipirita; e la Gelateria della Passera nell'omonima piazza dell'Oltrarno, con gusti speciali come la "Crema ai sette profumi" con cannella, anice stellato e chiodi di garofano. Tre coni anche per la rinomata Gelateria de' Coltelli, che nelle due sedi - quella storica di Pisa e quella di Lucca - propone al pubblico gelati e granite artigianali ma anche naturali, utilizzando ingredienti semplici e di altissima qualità; per la Gelateria Dondoli di San Gimignano, un vero e proprio must, citata anche nelle guide della Lonely Planet, che ha tra i suoi fiori all'occhiello la "Crema Santa Fina", il primo gusto creato con lo zafferano dop prodotto proprio nello splendido borgo senese; infine massimo riconoscimento per la Gelateria Chiccheria a Marina di Grosseto, i cui gusti vengono creati con frutta locale e con 
il latte del Consorzio produttori “Latte Maremma”.