FILIPPO PIETRASANTA: OGNI SERA SUL PALCO DI UN GUSTOSO SHOW

Writer: Mark Taylor Foto: Andrea Moretti


È uno squisito e intelligente affabulatore Filippo di Bartola, che affascina con la sua parola quando racconta il nuovo locale Filippo Pietrasanta. E la sua storia ha acquisito un certo fascino da quando, giovanissimo, è approdato all'Enoteca Pinchiorri dove ha imparato l'arte della sala. Nuovi insegnamenti anche da Lorenzo a Forte dei Marmi. E poi, nove anni fa, il grande salto a Pietrasanta, dove trova una città che cresce, con gli artisti che espongono e passeggiano in centro. E “Filippo” è cresciuto con la città, con i suoi locali e i suoi negozi, con le sue gallerie, le librerie-caffè e i bar. Grandi chef si sono seduti ai suoi tavoli perché suoi amici. Lo stesso hanno fatto produttori di vino e personaggi dello star system. Ma la crescita continua. Il locale oggi diventa “La Brigata di Filippo” e a condurlo sono i suoi ragazzi, ormai interpreti perfetti della sua tradizione e delle sue abitudini; e lui decide di aprire il nuovo Filippo a poche decine di metri, sempre nel cuore storico della città. Cucina moderna, com’è moderno il concept del locale. Moderno nel senso bello e rilassante del termine, senza estremismi, se non quello della qualità. Senza sbavature nell'accoglienza del cliente che per Filippo rimane un momento importante e qualificante. Il menu è in continua evoluzione con alcuni punti fermi come gli spaghetti alle arselle. Ma quelle vere, quelle pescate sulla spiaggia fra Viareggio e Forte dei Marmi. E poi un piccione che Filippo prepara a tavola. C’è proprio questo, un ritorno alla cucina al tavolo, come facevano i grandi maître e i grandi chef del passato.

Filippo raccoglie umori, sentimenti, aspirazioni. Con un'idea molto precisa: libertà tipica di un luogo di vacanza, qualità da grande locale di città. Una la carta, molteplici le proposte: quella di giornata con 3 ingredienti scelti dal cliente come traccia su cui costruire un intero menu a sorpresa. Quindi il menu alla carta. E poi il tavolo del cuoco dove in diretta vengono sfornati piatti realizzati solo in base alla fantasia di Lorenzo Barsotti, alla guida della brigata di cucina che è a vista e diventa il palco naturale di un “gustoso” show. C’è poi la carta degli snack per chi si ferma al Mud bar. Un bar di ricerca, dove il bicchiere, ma anche il ghiaccio con una particolare cristallizzazione dell’acqua, rispondono ad una proposta sicuramente nuova per Pietrasanta. A coordinare questo spazio, particolarmente accogliente, il giovane bartender Thomas Cecere con esperienze anche a Londra, al “London Edition Hotel” in Oxford Street. A fianco a lui il ventisettenne Alessandro Pitanti bar tender dell’anno che ha vinto su oltre 1.500 partecipanti la quarta Campari Competition con il suo Lady Chanel. Affidata a Christian Bellé la gestione della carta dei vini che gestisce una cantina di circa 300 referenze.

L’obiettivo degli architetti Capecchi e Summonti dello Studio L.C. & CMS di Pietrasanta era già chiaro allo stesso Filippo: far colloquiare l’interior design con lo spazio preesistente progettando una casa che funzionasse come un ristorante. Che gli spazi potessero essere intrisi di una teatralità ottenuta mediante l’uso sapiente della luce e interpretando la cucina come un palcoscenico. Tre i grandi momenti di vita nel locale. C'è il bar per i cocktail e per una cena meno impegnativa. C'è la grande sala con tavoli quadrati e tondi. C'è la cucina a vista con un tavolo per 8 persone dove si può cenare senza ordinare. Ci sono poi i tavolini in strada, ma pochi, giusto per ricordare che siamo a Pietrasanta, dove il guardare ed essere visti fa parte dei riti di ogni sera. E poi uno spazio aperto in un piccolo cortile interno dove vive un piccolo orto e una vite che dà origine ad un pergolato dove poter fumare anche un buon sigaro. Al centro un tavolo per 6 persone vista cucina. Cinque ambienti quindi in un solo locale. Questo è Filippo Pietrasanta dove la cucina è progressione e novità, senza voglia di stupire ma con la necessità di non annoiare. Con una certa teatralità della cena che non è più soltanto desiderio di mangiare, ma voglia di evento.

Filippo Pietrasanta & Mud Bar: via Padre Eugenio Barsanti, Pietrasanta - 058470010

Leggi anche: Al Mud Bar di Filippo ti chiedi se il Paradiso è a Pietrasanta