COSA SONO E COME SI OTTENGONO LE STELLE MICHELIN

FACCIAMO LUCE SULLE STELLE - La stella è il simbolo usualmente utilizzato per classificare alberghi, ristoranti ed altre tipologie di locali pubblici. Lo stesso sistema viene utilizzato per classificare forme di spettacolo come cinema, teatro, musei e qualunque altra cosa necessiti di una valutazione facilmente comprensibile. Una stella viene considerato il livello minimo di classificazione. Infatti l'assenza di stelle sta ad indicare un qualcosa di mediocre mentre il numero massimo di stelle viene utilizzato per indicare l'eccellenza.


CLASSIFICAZIONE DEI RISTORANTI -
La Guida Michelin è stata la prima del ad assegnare delle stelle per la valutazione dei ristoranti sin dal 1931. Queste sono riferite esclusivamente alla cucina, servizio ed ambiente hanno una classificazione a parte (forchette). Da diversi anni, le stelle vengono attribuite ai ristoranti giudicati migliori, dai critici Michelin, secondo i seguenti criteri:

3stella_michelinlogo

ÉTOILE (una stella): cucina molto buona nella sua categoria
ÉTOILE ÉTOILE (due stelle): cucina eccellente, merita una deviazione
ÉTOILE ÉTOILE ÉTOILE (tre stelle): cucina eccezionale, merita il viaggio

Omino-Michelin-anni-2010
CRITERI D'ASSEGNAZIONE -
L'assegnazione della stella nasce dalla segnalazione da parte di uno degli ispettori Michelin che, una volta seduto al tavolo del ristorante consulta il menù, scegliendo tra l'offerta gastronomica un piatto che consenta di valutare la freschezza degli ingredienti, la bontà, l'equilibrio dei sapori, la consistenza del cibo e la presentazione del piatto. L'esame prosegue poi con l'ordinazione di altre tre portate di complessità diversa per valutare le competenze dello chef e dell'intera brigata di cucina.


RIASSUMENDO, OGNI PIATTO VIENE VALUTATO SECONDO QUESTI QUATTRO PARAMETRI:

- qualità  del prodotto;
- tecnica della preparazione;
- equilibrio fra gli ingredienti;
- creatività dello Chef


ATTENZIONE AI DETTAGLI -
Gli ispettori Michelin focalizzano la loro attenzione anche sulla qualità del servizio, sull'atmosfera, sugli arredi e sulla location. Successivamente viene compilato un modulo dove vengono elencati gli ingredienti di ogni piatto esaminato classificando il tutto secondo ulteriori parametri. A questo punto segue l'analisi dettagliata dell'ambiente, del servizio, dell'ospitalità  e del comfort, tutti elementi che però ricevono un simbolo differente, delle forchette, il cui numero crescente da 1 a 5 è funzione di un numero enorme di fattori: il servizio, l'affollamento, gli arredi, l'atmosfera, la carta dei vini, tutti i dettagli compresi i saluti dei camerieri e la disposizione dei bicchieri e delle posate in tavola.

Leggi anche: Mangiare stellato in Toscana - La guida ai ristoranti stellati della Regione