CIBLÈO: L'ULTIMA IDEA DI FABIO PICCHI È UN RISTORANTE FUSION...AL CONTRARIO

Writer: Carolina Ceccotti Foto: Facebook


Come coniugare oriente e occidente in cucina? Semplice: fusion…al contrario. Così nasce il primo ristorante corean-nipponico-toscano, il Ciblèo a Firenze. La cucina orientale, delicata, fine, si incontra con quella toscana, saporita, che ci appartiene e che dimostra che la nostra Firenze ha sempre guardato verso il mondo. Lo chef dai bianchi baffi Fabio Picchi, dopo il Cibrèo - cui seguono il Cibrèo trattoria (chiamata il Cibrèino), il Cibrèo caffè e la cura del ristorante del Teatro del Sale - dà vita alla svolta orientale provando a raccontarci ciò che si trova fuori dai confini cittadini. O meglio, nazionali! Le due culture sembrano così diverse, eppure il loro mix può dar vita vita a piatti indimenticabili: come il collo di pollo ripieno al wasabi, la trippa alla fiorentina con soia del Monte Fuji, i ravioli giapponesi con i polli del Mugello e ancora la rosticciana bollita con ginger e wasabi. Una ventina di piatti-sorpresa in un ambiente arredato in legno rigorosamente giapponese e bambù (come poteva mancare il bambù). Ciliegina sulla torta, il tipico gatto in ceramica rivolto verso Oriente. “Le sedie però - dichiara Fabio Picchi nell’intervista de La Nazione - sono dell’Agresti di San Frediano” (certo, altrimenti che fusion sarebbe).

Un mix di culture e tradizioni che per i più curiosi sembrerebbe il massimo delle aspettative. Lo scopo è quello di far conoscere tecniche, ingredienti e suggestioni della cucina giapponese partendo però da una profonda conoscenza di quella italiana, in particolare toscana. Ma, visto che lo spirito toscano non si smentisce mai, il Picchi non si ferma. Dal 1 marzo, in Via della Mattonaia, prenderà corpo una nuova società. Il C.Bio: Cibo Buono Italiano Onesto, che si occuperà di fornire l’impero gastronomico del Picchi. Il supermercato sarà superbiologico e al suo interno verrà aperta anche la gastronomia dove si produrranno sottoli e sottaceti. Protagonisti del progetto saranno sicuramente prodotti freschissimi come il pesce (solo il venerdì), la frutta e la verdura, il pane. E, nell’intervista de Il Gambero Rosso chef Fabio dichiara: “Per la carne ho comprato una macelleria nel mercato di Sant’Ambrogio, così nel raggio di un centinaio di metri abbiamo macelleria, gastronomia e supermercato”. Non c’è che dire: lunga vita al regno del Picchi!

Ciblèo: Via A. Del Verrocchio 2 r, Firenze - 0552477881