"LE CIRQUE E LA PACE": LA NOTTE DELLE STELLE A MONTECATINI TERME

MONTECATINI TERME

Due serate uniche, irripetibili. Ricche di storia, classe e indescrivibile fascino. Storie di successi che hanno portato la città di Montecatini in giro per il mondo. Perché anche una cena, in questo caso due, (giovedì 11 agosto e venerdì 12 aogsto) può lasciare il segno, sul palato e nel cuore, tutta la vita. Perché in quei piatti, oltre che l’incondibile marchio di assoluta qualità, ci passano epoche e personaggi che hanno costruito questo secolo. E perché quei piatti sono stati serviti nel parco del Grand Hotel per eccellenza di Montecatini. Quello che ti lascia senza fiato per l’immensa l’arte che sbuca in ogni angolo e per quell’anima di profonda eleganza che trasmette quando ti siedi e osservi ciò che ti circonda.

Questo è stato il significato degli eventi organizzati al Grand Hotel La Pace come tributo al grande Sirio Maccioni: “Le Cirque e La Pace”. Ricciardo Pucci e Sirio Maccioni, due giganti assoluti dell’accoglienza e della ristorazione, del lusso. Due nomi che hanno stregato il mondo. Entrambi seduti al tavolo, insieme ai commensali, tra i quali presenziava come ospite l’attore Enrico Montesano e anche il nostro direttore Andrea Spadoni, con una copia della nostra rivista Must Review*.

Insomma, il ristorante “Le Cirque” che ha fatto la storia a New York, dove sono stati serviti, tra gli altri: Woody Allen, Robert De Niro e tutta la Hollywood delle star, si è spostato per due sere nel cuore di Montecatini, in quella vetrina di prestigio che è il Grand Hotel La Pace della famiglia Pucci, il cinque stelle lusso della città che ha ospitato un’ innumerevole lista di Vip. L’evento organizzato dal figlio Mauro che, nel corso della serata, si incontrava in sala, accoglieva tutti i commensali e salutava, uno ad uno, al tavolo, è stato perfetto.

IMG_4281

La cena, squisita, presentava un menù con alcune delle notissime specialità de Le Cirque: Fiori ripieni di ricotta e nepitella, tempura di pomodorini arancioni, crema di pomodori rossi e olio basilicato; Demi cuit di gamberi rossi di Mazara, perle di melone di Charentais, salsa ai crostacei, yogurt all’aglio, chips di ravanello, caviale Calvisius; Ravioloni d’astice, salsa armoricaine; Risotto porcini e piccione, petto in ventaglio, fico al vinsanto, gelato ai fagioli di Sorana e Ramerino; Paupiette di Branzino, porri glassati, salsa Rocca di Frassinello; Guancia di manzo alla Rossini, sauce Perigordine, osso buco di patata e porcini. Ovviamente come dolce l’immancabile e notissimo in tutto il mondo Crème Brûlée Le Cirque e il Soufflè d’ananas, crème anglaise al rhum e cocco.